Napoli, cambia la giunta. Il sindaco: non c’è giudizio politico

37


Escono Salvatore Palma e Daniela Villani (quest’ultima resta come collaboratrice del sindaco di Napoli con la delega al mare insieme all’ex consigliera Simonetta Marino), entrano Maria D’Ambrosio dei Verdi, neo assessora ad Ambiente e Smart City e Alessandra Sardu con delega alla Trasparenza, Enrico Panini prende la delega al Bilancio. Cambia la giunta del Comune di Napoli.
“È una giornata importante per la vita della città, ci siamo consultati tanto e poi ho dovuto scegliere”. Queste le parole del sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, durante la presentazione del nuovo assetto a Palazzo San Giacomo. Il primo cittadino si assume tutta “la responsabilità delle scelte fatte: se sono positive, abbiamo fatto bene, se no ho sbagliato”. Nel dare le motivazioni del rimpasto, de Magistris spiega: “Questa volta non c’è nessun giudizio di disvalore politico o amministrativo nei confronti di Salvatore Palma e Daniela Villani che lasciano la Giunta. In questo passaggio abbiamo provato ad individuare profili di persone che possono dare molto e che si rendano conto che sta crescendo un progetto politico che si deve condividere”. “Mai legare l’amarezza alla poltrona, significa non condividere il progetto”, afferma il numero uno di Palazzo San Giacomo, lanciando un amo a David Lebro e Vincenzo Solombrino. “La mia non è una svolta a sinistra, non ci stiamo restringendo ma ci stiamo allargando”. “Spero”, conclude, “possa rientrare la ferita politica con Lebro e Solombrino”.