Napoli, per Capodanno concerto in Piazza del Plebiscito e 4 palchi sul Lungomare

284

Format che vince non si cambia. Anche quest’anno l’evento di Capodanno organizzato dal Comune di Napoli ricalcherà quello degli ultimi anni che ha sempre fatto registrare una buona partecipazione di pubblico: palco e concerto in piazza del Plebiscito la sera del 31 dicembre fino alla mezzanotte, con conto alla rovescia e brindisi alla presenza del sindaco Luigi de Magistris, fuochi d’artificio a Castel dell’Ovo e, dall’una di notte fino all’alba, 4 palchi distribuiti sul lungomare, ciascuno dedicato a un genere musicale. L’evento principale, il “concertone” in piazza del Plebiscito, vedrà come protagonisti i “Terroni uniti”, sorta di supergruppo composto da diversi musicisti napoletani che ha esordito in occasione della manifestazione antirazzista tenuta lo scorso 22 aprile sul pratone di Pontida. Per l’organizzazione dell’evento il Comune di Napoli ha messo a disposizione 277.500 euro provenienti dall’imposta di soggiorno, dei quali 125mila euro per l’allestimento di palchi e backstage e il restante per la parte artistica.
In piazza del Plebiscito, luogo simbolo della città e teatro dei principali festeggiamenti già da diversi decenni, sarà realizzato un palco largo 20 metri e profondo 16 metri, un backstage con almeno 12 gazebi 4×4, la torre per la regia alta circa 8 metri e 2 maxischermi. I palchi sui quali si terranno gli spettacoli che dureranno fino all’alba saranno allestiti in via Caracciolo (palco coperto di 10 metri per 12), in piazza Vittoria (6 metri per 8) dove si terranno esibizioni di musicisti dal vivo, in via Partenope (palco coperto di 6 metri per 4) dove si terrà uno show di animazione e dj latino-americano, e nel Borgo Marinari, ai piedi di Castel dell’Ovo, dove è previsto uno show musicale revival anni ’70-’80.