Napoli, col Milleproroghe stop ai fondi per il bando Periferie: l’ira di de Magistris

69
in foto Luigi de Magistris, sindaco di Napoli

“Il Governo chiarisca immediatamente perché da quello che si legge sembra essere una decisione molto grave. È impensabile rinunciare a quelle risorse per le periferie con i Comuni che non hanno soldi, motivo per cui stanno capitalizzando al massimo quell’opportunità”. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, commenta con l’Ansa, il provvedimento contenuto nell’ultima versione del Milleproroghe che potrebbe fermare, per almeno due anni, i finanziamenti necessari a realizzare i progetti del Bando Periferie, varato dal precedente esecutivo. Tra i progetti a rischio c’è anche Restart Scampia, programma con cui si punta a cambiare il volto dell’area nord di Napoli e che prevede l’abbattimento di tre Vele a seguito del loro svuotamento. Il Comune di Napoli sta già procedendo all’ assegnazione dei nuovi alloggi per chi deve lasciare le Vele ed ha anche già assegnato la gara per l’abbattimento della prima Vela. “Noi non ci fermeremo, andremo avanti con la massima determinazione – ha sottolineato de Magistris – e questa è l’indicazione che ho dato agli uffici comunali. Si continuano a finanziare armi, opere pubbliche mentre si tolgono soldi alle periferie, ai territori e a chi ha più bisogno. Non voglio credere che questa sia l’interpretazione corretta del provvedimento – ha auspicato il sindaco – e per questo credo che il Governo debba subito intervenire e chiarire la sua posizione”.