Napoli, col vento in poppa per battere le leucemie

34

“Veleggiare nel mare della solidarietà contro le leucemie”: l’evento di solidarietà promosso da  Unounocinque sailing team, associazione sportiva dilettantistica, assieme ad Ail Napoli (con il patrocinio della Regione, del Comune di Napoli e della Lega navale). si svolgerà lunedì 3 giugno, a partire dalle 11, nelle acque antistanti al circolo Canottieri, al Molosiglio. 
“L’iniziativa – è scritto in una nota diffusa dagli organizzatori –  prevede un viaggio in barca a Napoli per i pazienti dei centri ematologici partenopei, insieme a skipper professionisti, medici, infermieri e psicologi; e si inserisce nell’ambito del progetto Ail “Sognando Itaca”, volto a diffondere la vela terapia come metodo
terapeutico per la riabilitazione psicologica e il miglioramento della qualità della vita dei malati ematologici.
La veleggiata sarà preceduta dalla presentazione dell’iniziativa, a cura del presidente della sezione Ail di Napoli, Valeria Rotoli, e dai saluti del presidente di Ail nazionale, 
Sergio Amadori, di Sergio Alioto per UnoUnocinque e delle istituzioni, quali il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris e l’assessore alle Politiche sociali della Regione Campania, Lucia Fortini A moderare i lavori sarà la giornalista e conduttrice televisiva Monica Setta.
All’uscita velica seguirà un buffet lunch di solidarietà, presso il Circolo Canottieri, che ha messo a disposizione dell’iniziativa i propri spazi.
I pazienti potranno veleggiare sulle imbarcazioni di Unounocinque sailing team e con il supporto dell’equipaggio, messo a disposizione dall’associazione e dal suo presidente Mimmo Bonuomo.
Unounocinque sailing team è l’associazione dilettantistica costituita nel 2008 a Napoli con lo scopo di sviluppare e diffondere l’attività sportiva dilettantistica connessa alla vela e alle discipline nautiche in generale. È affiliata all’Ente di promozione sportiva Acsi e riconosciuta a fini sportivi dal Coni.
Nato nel 2006 dall’idea di un giovane paziente amante della vela, il progetto “Sognando Itaca” è diventato nel corso degli anni l’iniziativa principale organizzata da Ail per la “Giornata nazionale contro le leucemie linfomi e mieloma”, prevista il 21 giugno.
L’equipaggio vive un’esperienza unica, lontana dai luoghi di cura e in n contesto che, complice il mare, evoca emozioni e suggestioni. Come Ulisse, i pazienti si troveranno a fronteggiare il mare aperto, sconosciuto, pieno di stimoli e insidie. Durante il viaggio scopriranno però nuovi territori, relazioni, vicinanze e risorse. E insieme arriveranno a Itaca, metafora della vita, non come mèta da raggiungere ma come viaggio da vivere.
Ogni anno la barca dell’Ail viaggia lungo una costa italiana (Mar Adriatico o Mar Tirreno), facendo tappa nelle città dove è presente un reparto di ematologia legato all’Ail.
Quest’anno la barca di Sognando Itaca navigherà dal 3 al 18 giugno, lungo le coste del Mar Tirreno, facendo tappa in 7 porti, Napoli, Salerno, Cetraro Marina (Cosenza), Reggio Calabria, Augusta (Siracusa), Catania e Palermo. Saranno oltre 200 le persone coinvolte, tra velisti, pazienti e accompagnatori, e più di 2 mila quelle presenti nei 7 porti. In ogni città i pazienti dei Centri ematologici locali avranno lapossibilità di imbarcarsi per vivere un’esperienza a bordo di tre ore.