Napoli, Confapi: il sindaco ripristini la legalità in via Firenze

63
“Senza sicurezza non c’è sviluppo. Via Firenze e le zone del Vasto-Arenaccia non possono rimanere preda del degrado, a prescindere dalla presenza degli immigrati”. Lo ha detto Gianpiero Falco, presidente Confapi Napoli.
“Napoli è una città che ambisce al rango di capitale del turismo euromediterraneo – spiega Falco – e non può permettersi situazioni di ingestibilità e di criticità come quelle che abbiamo visto nei giorni scorsi nel video diventato virale sui social network”.
“Non servono interventi straordinari, ma un continuo, costante e ordinario impegno nel rimuovere le piccole illegalità – prosegue –. Un processo evolutivo che, alla fine, consentirà di affrontare anche i problemi più grandi”.
“Al sindaco de Magistris rivolgiamo un appello perché, d’intesa con prefetto e questore, pianifichi interventi di controllo del territorio e di ripristino della legalità soprattutto nell’area del centro. Via Firenze è a poche decine di metri da piazza Garibaldi, che non è solo il nostro biglietto da visita per i turisti ma anche un importantissimo nodo traffico passegeri di Napoli città metropolitana.. Un biglietto da visita tutt’altro che invitante. Anche perché in zona sono previsti interventi privati a completamento dell’azione di riqualificazione urbana già iniziata con la nuova linea della metropolitana. Mi riferisco – conclude Falco – alle aree sistemiche di raccordo che il gruppo delle Ferrovie dello Stato vuole mettere sul mercato immobiliare”.