Napoli, De Gregorio (Eav): Almeno 1,5 miliardi di euro per salvare città

76
in foto Umberto de Gregorio, presidente Eav

“Le condizioni di sicurezza sono garantite da controlli che vengono fatti sistematicamente. Ci tengo a sottolineare un aspetto: tutti gli operatori della funivia del Faito hanno un senso di appartenenza molto forte e molto bello”. Cosi’ Umberto de Gregorio, presidente Eav, intervenuto questa mattina a Radio Crc Targato Italia, condotta da Corrado Gabriele. De Gregorio ha spiegato: “Quando c’e’ una tragedia come quella del Mottarone prima di dire che i responsabili devono pagare, bisogna dire che, se ci sono, devono pagare. L’incidente puo’ capitare. La sicurezza al 100 per cento non esiste. Il vero ragionamento da fare e’ quello statistico. Si fa un rapporto e si vede l’indice di rischio. La sicurezza deve essere sempre una priorita’. E’ giusto in ogni caso fare ulteriori verifiche ma cio’ non esclude che si possa verificare un incidente”. De Gregorio ha concluso: “Il disavanzo che aveva Eav nel 2016 e’ lo stesso che aveva il comune di Napoli quando e’ arrivato de Magistris, ovvero 800 milioni di euro. Se non c’e’ una iniezione forte di liquidita’ non andiamo da nessuna parte. Come minimo ci vuole un miliardo e mezzo di euro per Napoli”.