Napoli, de Magistris: Le istituzioni collaborino lealmente

15
in foto Luigi de Magistris

“Le istituzioni tutte devono cooperare in maniera leale tra loro. I sindaci hanno visto riconosciuto dal presidente del Consiglio, nella riunione di giovedi’, il loro diritto-dovere di intervenire con provvedimenti, in questa fase 2, per la necessaria rinascita dei loro territori e Napoli, con il suo popolo, puo’ dimostrare al mondo di saper coniugare diritto alla salute e diritto alla vita, con la ripresa delle relazioni sociali, dell’economia e del lavoro sempre con il corretto rispetto delle prescrizioni sanitarie”. Lo scrive su facebook il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, in un post in cui illustra i numerosi provvedimenti adottati nella giornata di ieri con un’ordinanza e alcune delibere con lo scopo “rafforzare la prevenzione sanitaria e rilanciare attivita’ sociali, culturali ed economiche”. Misure a cui – annuncia – ne seguiranno altre nei prossimi giorni.
“E’ necessario un patto per Napoli, non scritto, tra cittadini, operatori economici ed istituzioni tutte per affrontare insieme la pandemia sanitaria e l’epidemia sociale ed economica. L’amministrazione si fida dei napoletani. La nostra visione e’ di rilanciare insieme la citta’ – spiega il sindaco – responsabilizzando e non colpevolizzando le persone. Pero’ – ammonisce – chi sbaglia paga perche’ mortifica la responsabilita’ e la correttezza di tanti. Si devono scongiurare assembramenti per cui sara’ fondamentale anche il sostegno delle forze di polizia”. Il sindaco sottolinea che “le attivita’ commerciali devono concorrere alla sicurezza , tenere con decoro e mantenere pulite le aree loro assegnate e in mancanza di cio’ scatteranno sanzioni e revoche”. Nel concludere de Magistris afferma: “Il nemico non e’ il napoletano, il cittadino, il giovane, il commerciante o i sindaci sinora abbandonati, senza piu’ un euro in cassa. Il nemico e’ il virus che la nostra citta’ ha affrontato benissimo; il nemico e’ il dramma sociale, economico e lavorativo che puo’ causare dalle nostre parti piu’ morti del covid19; il nemico e’ la criminalita’ che approfitta se il Governo e’ lento. Napoli lotta, resiste e combatte. Vinceremo la sfida se, uniti, avremo la voglia di vincere la battaglia della vita”.