Napoli, de Magistris: Rifiuti, non emergenza ma “momentanea sofferenza”

100

“Momentanea sofferenza” dovuta alla concomitanza tra manutenzione degli impianti e alcuni guasti che li hanno interessati. Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, spiega i cumuli di rifiuti che sono “rispuntati” in alcune zone della città. “Non c’è nessuna emergenza in città e nell’area metropolitana o in Regione e la momentanea sofferenza sta già rientrando”, ribadisce il primo cittadino. “Il tema sappiamo essere questo e a questo si aggiunge che c’è bisogno di una responsabilizzazione da parte di tutti, soprattutto nei prossimi giorni dove si triplicheranno le presenze a Napoli” . La città, spiega de Magistris, “si farà trovare come sempre pronta, reattiva e con una grande voglia di lottare anche superando situazione di estrema difficoltà”. “Abbiamo sempre detto – rimarca – che noi saremo tutti quanti tranquilli e rasserenati quando avremmo rafforzato gli impianti in tutta l’area metropolitana e in regione altrimenti gli episodi come quelli di questi giorni in otto anni si sono sempre verificati. Quindi non è né una novità, né un’emergenza, né un’anomalia”. Anzi, conclude de Magistris, “l’anomalia è che hanno incendiato 100 cassonetti negli ultimi 3 mesi”. Su questi episodi “l’idea ce l’ho e l’ho presentata al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica”.