Napoli, de Magistris: Si vuole vuole smantellare la Sanità pubblica

27

“C’è un pensiero unico” per il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, “che vuole far passare un messaggio non vero, e cioè che il pubblico non funziona”. Ciò a cui si mira, dice, “è lo smantellamento della salute pubblica”. Ma, assicura, “noi fino all’ultimo non cediamo al pensiero unico perché sappiamo che c’è un’alternativa”. De Magistris ne parla alla presentazione del libro “Salute s.p.a., la sanità svenduta alle assicurazioni”. “Lo smantellamento della sanità pubblica fa pagare ai pazienti quella che è anche la mala sanità – ha sottolineato – la compressione da una parte delle risorse destinate alla sanità ma anche un mondo privato famelico che si aggira sulla speculazione della salute delle persone fa emergere anche un dato e cioè che chi paga è la parte medio bassa dal punto di vista economico della società”. E così, dice, da una parte c’è “chi sta molto bene e si può permettere di accedere alle modalità di una cura alternativa e che, invece, non solo è povero e fa fatica ad arrivare a fine del mese quanto arriva anche a non curarsi più”. Il rischio è questo: “Se da un lato ti devi rivolgere sempre più al mondo privato e dall’altro si smantella il pubblico, c’è una riduzione dell’articolo 32 della Costituzione che garantisce il diritto della salute a tutti, e l’articolo 3 sull’uguaglianza dei cittadini”.