Napoli, de Magistris: Su Bagnoli la posizione non cambia. No al commissario

49

“La nostra posizione non cambia. Ribadiamo il no al commissariamento di Bagnoli”. Così il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, risponde ai giornalisti al termine dell’incontro, in Prefettura, con il presidente del Consiglio per la firma del Patto per Napoli. Una posizione che – spiega de Magistris – abbiamo ribadito anche andando a Roma, partecipando con la fascia tricolore e in veste istituzionale, alla manifestazione sebbene qualcuno abbia pensato che il sindaco era andato a fare una passeggiata”. Una manifestazione e “una visita istituzionale – precisa l’ex Pm – il cui oggetto era il ritiro del commissariamento”. Secondo De Magistris, “lavorando come si è fatto per il Patto, si vola perché in questo accordo c’è la semplificazione delle procedure amministrative che erano previste anche nell’accordo su Bagnoli del 14 agosto 2014. Se si fosse dato seguito a quell’accordo oggi saremmo non con il costumino, ma nel pieno della bonifica”. “Non siamo di fronte a una fisarmonica politica o a un’altalena. Oggi non c’è alcun avvicinamento politico tra me e il presidente Renzi, ma c’è un forte avvicinamento di dialogo istituzionale”, ribadisce il sindaco. “Per come vedo si va delineando il dibattito sul referendum, le posizioni saranno molto distanti, ma credo – conclude – che con il metodo che ha portato a questo accordo, la città di Napoli, la Città metropolitana e il Governo possono in pochi mesi chiudere tutti i tavoli che sono aperti”.