Napoli, domani Sardine a Piazza Dante, Salvini all’Augusteo e operai in piazza

304
in foto Matteo Salvini

Un messaggio contro Salvini e uno sul Sud al governo. Questi i due messaggi che le Sardine lanceranno domani in Piazza Dante a Napoli, in un nuovo appuntamento. «Domani saremo in piazza Dante a Napoli – spiegano gli organizzatori partenopei – dalle ore 19.30 per dire principalmente due cose. La prima vogliamo dirla a Salvini: ci ha insultato per anni, voleva con il suo partito dividere l’Italia e abbandonare il Sud a se stesso, diceva che eravamo un peso per lo sviluppo del Paese; oggi viene qui a chiedere i nostri voti. La sua strategia è cambiata ma noi conosciamo bene le sue intenzioni e conosciamo altrettanto bene il suo pensiero, quello che ha dispensato odio in questo paese mettendo, coloro che sono in fondo alla scala sociale, gli uni contro gli altri per distogliere l’attenzione dai problemi reali che abbiamo di fronte. Noi ci opporremo al suo avanzamento politico nelle nostre terre». Gli organizzatori napoletani Riccardo Festa, Bruno Martinari, Paco Amendola, Luca del Gado, Stefano di Vaio, Antonella Cerciello, Michele Esposito e Nicola Nardella, hanno infatti programmato l’appuntamento delle Sardine per domani, quando Salvini sarà a Napoli, dalle 18,30 al Teatro Augusteo. «La seconda cosa – spiega – noi vogliamo dirla al Governo: il Mezzogiorno è sofferente, i giovani sono obbligati ad abbandonarlo per trovare un lavoro dignitoso, dopo aver studiato con i sacrifici fatti dalle loro famiglie sono costretti a portare altrove le competenze acquisite, questo sta determinando un gigantesco impoverimento sociale. Migliaia di posti di lavoro sono stati persi e altrettanti sono in pericolo, saremo con lavoratori delle tante vertenze in corso per dargli voce e con loro chiedere al governo un serio intervento con provvedimenti che riportino il lavoro, i diritti e il Mezzogiorno al centro dell’agenda politica». In Piazza Dante con le Sardine ci saranno il musicista Carlo De Rosa, Mujeres Creando, Tartaglia & Aneuro, Fabiana Martone, Banda Popolare, Jen’s Groove, il Progetto «Essenze», Carlo Faiello, Lucariello Dario Sansone dei Foja col Maestro Luigi Scialdone. Previsti anche gli interventi di Padre Alex Zanotelli, degli attori Angelo Di Gennaro e Maria Bolignano. In piazza ci saranno rappresentanti delle principali vertenze sul lavoro tra cui Whirlpool, Riders per Napoli, Tirrenia, Novolegno, Lav Apu, Pubblica Utilità, Almaviva, Genetic Fisciano, Comdata, Disoccupati 7 novembre, ex Auchan, Jabil, Indotto Whirlpool e rappresentanti dei migranti.