Napoli, è polemica per l’aumento delle tariffe per la sosta. Via alla petizione

67

Sono già 1.200 le persone che hanno sottoscritto la petizione, lanciata dai comitati Valori Collinari e Trasporto Pubblico (entrambi presieduti da Gennaro Capodanno), per chiedere una riduzione delle tariffe annuali per residenti che parcheggiano nelle strisce blu. Gli aumenti che l’amministrazione comunale ha deliberato nel 2015 arrivano fino al 1.500 per cento e il sistema di pagamento è stabilito secondo fasce di reddito (la tessera annuale costa da un minimo di 30 a un massimo di 150 euro l’anno). I residenti però non ci stanno e dal Vomero parte la petizione online per chiedere innanzitutto maggiori controlli e scovare gli evasori, che non mancano mai. “Non bisogna inoltre dimenticare – puntualizza Capodanno – l’obbligo d’istituire. nelle immediate vicinanze delle strisce blu, le cosiddette strisce bianche, vale a dire parcheggi liberi da balzelli, obbligo sancito dal comma 8 dell’art. 7 del Codice della strada, il quale, nel primo capoverso, recita: “Qualora il comune assuma l’esercizio diretto del parcheggio con custodia o lo dia in concessione ovvero disponga l’installazione dei dispositivi di controllo di durata della sosta di cui al comma 1, lettera f), su parte della stessa area o su altra parte nelle immediate vicinanze, deve riservare una adeguata area destinata a parcheggio rispettivamente senza custodia o senza dispositivi di controllo di durata della sosta”.