Napoli, edilizia scolastica: le rassicurazioni dell’assessore Palmieri

46
in foto Annamaria Palmieri, assessore alla Scuola

Scongiurato il rischio di trovare i cancelli chiusi il primo giorno di scuola. Gli edifici scolastici del territorio partenopeo hanno bisogno “di piccoli interventi, che sono in corso e che non impediscono l’apertura delle scuole”. Annamaria Palmieri, assessore alla Pubblica istruzione del Comune di Napoli, spiega che per le scuole di pertinenza di Palazzo San Giacomo sono in corso gli aggiusti necessari. “Abbiamo, ad ora, solo due situazioni più gravi – dice – la Baracca e la De Amicis. Nel primo caso, ci sono delle crepe all’interno della presidenza, nel secondo caso uno spicconamento di un cornicione. Entrambi gli interventi sono in corso e non ci saranno problemi per l’inizio della scuola”. L’assessore fa sapere, inoltre, che proprio oggi ha ricevuto una telefonata dalla scuola Ammaturo “perché hanno nuovamente vandalizzato il cancello”. La manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici scolastici è di competenza delle Municipalità. È già partito il piano per le pulizie delle scuole che terminerà il prossimo 30 settembre, mentre, assicura la Palmieri, “dal 1 ottobre siamo pronti a partire con la refezione”. Allo stesso modo, sono stati programmati gli interventi per il verde nelle scuole. Sul fronte della sicurezza, il Comune sta lavorando su diversi fronti. Sono in fase di indizione le gare per i solai degli edifici scolatici, con un finanziamento di 4 milioni e mezzo che arrivano dal Patto per Napoli, da cui arriva anche il bando, sempre in fase di indizione, per i servizi di ingegneria. Sempre legato alla sicurezza, c’è il tema dei Cpi, i certificati prevenzione incendi “sia per il rinnovo sia per quelli che vanno fatti ex novo”. Allo stesso tempo, c’è in campo una “task force con il Ministero per redigere un capitolato complessivo per la vulnerabilità sismica degli edifici, la cui scadenza dei termini è stata prorogata al 31 dicembre”.