Napoli, già al lavoro i nuovi assessori. Tra i dossier da esaminare il rinnovo del contratto per 150 vigili urbani

37

Sono già da oggi al lavoro, per l’esame dei primi dossier, tra cui il rinnovo del contratto a 150 vigili urbani, gli assessori che il sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, ha nominato ieri. Oggi a Palazzo San Giacomo le riunioni di giunta ssono state itineranti, ovvero si sono svolte nelle diverse municipalità della città, quale segno di attenzione che il neo sindaco intende riservare alle periferie. La squadra è stata presentata alla stampa oggi nella Sala dei Baroni. Ma nell”aula c’erano anche tanti amici e familiari dei componenti della squadra che lavorerà con l’ex ministro. Sei uomini, cinque donne. Il sindaco però ha deciso di riservarsi dieci deleghe: cultura; Pnrr, finanziamenti europei e coesione territoriale; grandi progetti, personale, organizzazione; decentramento; digitalizzazione e innovazione. Il coordinamento di queste deleghe è affidato al professore Sergio Locoratolo, già coordinatore del programma elettorale. Manfredi ha confessato di aver voluto tenere la cultura perché se avesse fatto l’assessore avrebbe voluto avere quella delega. Una confessione che ha strappato un lungo applauso. Vicesindaco sarà Maria Filippone, 67 anni, già docente di latino e greco. Già dirigente scolastica dei Licei Genovesi e Sannazaro avrà la delega all’istruzione. Pier Paolo Baretta, classe 1949, docente di Storia dell’Economia alla Pontificia Università Antonianum di Roma, già sindacalista, deputato e sottosegretario all’Economia nei Governi Letta, Renzi, Gentiloni e Conte II si occuperà di bilancio. Infrastrutture e mobilità toccheranno ad Edoardo Cosenza, docente di tecnica delle Costruzioni all’università “Federico II”. Presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli, già assessore ai Lavori pubblici della Regione Campania, che già sta seguendo la vicenda della galleria Quattro Giornate. All’urbanistica va Laura Lieto, 55, docente di Teoria dell’Urbanizzazione all’Università Federico II . Teresa Armato, 66 anni, giornalista, Già senatrice, assessore regionale al Bilancio, ai Trasporti, alla Sanità, al Turismo e vicepresidente della Provincia di Napoli, dovrà occuparsi di Turismo. Chiara Marciani, 44 anni, esperta in programmazione dei Fondi europei, già assessore alla Formazione della Regione Campania avrà le deleghe alle Politiche giovanili e del lavoro. Alle Politiche Sociali va Luca Trapanese, 44 anni, fondatore di “A Ruota Libera Onlus” che si occupa di progetti legati alla disabilità, della Comunità per ragazzi disabili senza genitori “Il borgo Sociale” ed una casa famiglia per bambini con gravi malformazioni, unica in tutto il Sud Italia, “La Casa di Matteo”. Antonio De Iesu, 66 anni, già questore di Napoli e vicecapo della Polizia, si occuperà di sicurezza e legalità. Attento ad ogni, da poliziotto di lungo corso, De Iesu, è stato il primo ad arrivare alla Sala dei Baroni, e con largo anticipo. Ambiente e mare sono le deleghe affidate al presidente provinciale del Pd: Paolo Mancuso , classe 1948, già Procuratore capo a Nola. Salute e verde sono le deleghe assegnate a Vincenzo Santagada, 63 anni, docente di Chimica Farmaceutica e Chimica Analitica all’Università Federico II. Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Napoli. Emanuela Ferrante, 49 anni, avvocato. funzionario dell’Agenzia delle Entrate si occuperà di sport e pari opportunità.