Napoli, gli organizzatori delle fiere si costituiscono in comitato. Dossier a Fiola: Il nostro piano contro la crisi

52
In foto una veduta della Mostra d'Oltremare di Napoli

Gli organizzatori di alcune delle principali Fiere campane hanno incontrato Ciro Fiola, presidente della Camera di commercio di Napoli che è anche socio, con Comune di Napoli, Città Metropolitana e Regione Campania, della Mostra d’Oltremare. Nell’incontro, la delegazione di organizzatori delle più importanti fiere della Mostra hanno portato un dossier di proposte e richieste per affrontare il blocco completo subito dagli eventi che ogni anno danno lavoro ad oltre 3.500 persone e portano alla Mostra d’Oltremare di Napoli più di 4 mila espositori dall’Italia e da tutto il mondo. Gli organizzatori hanno formato un comitato unitario che rappresenta: Aestetica, Arkeda, Canapa in Mostra, Comicon, Borsa Mediterranea del Turismo, Contract & Hotellerie, Expo Franchising Napoli, Energymed, Fiera del baratto e dell’usato, Fiera della Casa, Gustus, Innovation Village, Pharmaexpo, Siferr, Tuttohotel, Tuttopizza, Tuttosposi, Vebo, Videogame Show, VitignoItalia e 442 la Fiera del Calcio. Gli organizzatori di Fiere chiedono a Regione Campania, Comune di Napoli, Città Metropolitana e Camera di Commercio “l’assunzione di uno sguardo strategico che comprenda misure di brevissimo termine risarcitorie per i danni subiti e per consentire la sopravvivenza del settore, altrimenti destinato a scomparire con tutte le ricadute prevedibili per le nostre migliaia di lavoratori e famiglie e per l’imponente indotto creato; azioni di medio termine per la ripresa e il sostegno del comparto per il biennio 2021-2022; politiche di sistema con l’approvazione della nuova legge regionale fieristica, oltre all’adeguamento del quartiere fieristico”. Al termine dell’incontro, il presidente della Camera di commercio ha assicurato che valuterà le proposte e ne discuterà con gli altri soci della Mostra d’Oltremare. Fiola ha anche assicurato che si impegna ad organizzare un tavolo anche con Regione Campania e Comune di Napoli in tempi brevi.