Napoli, l’arte degli struffoli: maestri pasticceri in gara

33

Gli struffoli, antico dolce, tipico oggi della tradizione natalizia partenopea, ma con un retaggio che parte dall’antica Grecia: sono il tema su cui si confronteranno 15 maestri pasticceri che si incontrano il 7 novembre prossimo a Napoli, per la settima edizione dei “Dolci delle Feste dei grandi interpreti”. Gli struffoli portati dai greci in Italia quando fondarono Parthenope, nell’VIII secolo a.C., verranno riproposti nell’interpretazione originale di ogni singolo pasticcere. Naturalmente, il focus non sarà solo sull’evoluzione degli strongoulos. La kermesse sarà l’occasione per degustare i più famosi dolci conventuali, così chiamati perché realizzati dalle suore di clausura, che ne custodivano gelosamente le ricette. Oltre a roccocò, susamielli, divino amore, mustaccioli, raffaiuoli, cassata e pasta reale, ci saranno i tipici lievitati natalizi, pandoro e, soprattutto, panettoni che, in Campania, hanno assunto profumi e sapori originali e strettamente legati alla territorialità mediterranea. A proporre le loro ricette Luigi Biasetto, Salvatore Capparelli, Salvatore De Riso, Pasquale De Simone, Mario Di Costanzo, Carmine Di Donna, Salvatore Gabbiano, Marco Infante, Andrea Pansa, Alfonso Pepe, Gianluca Ranieri, Ciro Scognamiglio, Sabatino Sirica, Salvatore Tortora e Salvatore Varriale. La delegazione di Napoli dell’Associazione Italiana Sommelier proporrà, in abbinamento, una selezione di vini.