Napoli, Lettieri: la legalità si garantisce investendo sulla scuola

23

La scuola, le famiglie e le istituzioni educative sono il concreto baluardo di legalità su cui l’amministrazione comunale deve investire per contrastare, culturalmente, socialmente e strutturalmente la criminalità in generale e gli episodi di devianza e di bullismo cui stiamo assistendo in maniera sempre crescente negli ultimi periodi“. Lo dichiara, in una nota, Gianni Lettieri, imprenditore e candidato sindaco a Napoli. “C’è bisogno – prosegue l’ex leader degli industriali napoletani – di una attenzione prioritaria da dedicare a scuole, famiglie ed istituzioni formative e sociali, queste ultime mortificate negli ultimi anni da una gestione clientelare che ha penalizzato soprattutto le fasce più deboli, in particolare i minori a rischio e le famiglie con difficoltà economiche. C’è bisogno di un piano Marshall per le scuole, che, tramite apposite risorse, permetta agli istituti di essere accoglienti, all’avanguardia e aperti anche nelle ore pomeridiane. C’è bisogno di sostenere il privato sociale, non quello assistenzialistico che risponde a logiche spartitorie e speculatorie, ma quello che si basa sui principi della sussidiarietà e che ha un rapporto diretto con la comunità del territorio in cui opera“. “L’educazione e la formazione sono il primo passo per estirpare alla radice quella subcultura dell’illegalità che prolifera, specie in alcuni territori, e che dobbiamo combattere e sostituire per dare un futuro dignitoso alla nostra città. Proprio per questo io istituirò uno specifico assessorato a scuole, bambini e famiglie“, conclude Lettieri.