Napoli: locali sovraffollati o senza licenze a via dei Mille, Posillipo e Bagnoli

37

Gli agenti della polizia municipale, nell’ambito dei controlli per la movida, hanno riscontrato la presenza di 396 ragazzi a fronte dei 200 autorizzati. I vigili urbani hanno sospeso la serata e denunciato il gestore per mancato rispetto dei requisiti dell’agibilità e del certificato di prevenzione incendi. Già lo scorso inverno, lo stesso locale era stato posto sotto sequestro per gli stessi motivi. Sempre nella notte appena trascorsa, in discesa Coroglio, i vigili urbani sono intervenuti in un locale per l’evidente sovraffollamento di un locale con moltissimi minorenni. Al loro arrivo, gli agenti, che hanno fatto fatica a entrare per la ressa all’ingresso, hanno riscontrato la presenza all’interno del locale di 298 ragazzi e il titolare è risultato completamente sprovvisto dei titoli autorizzativi per una serata danzante. Dall’ispezione, inoltre, il locale è risultato privo di tutti i requisiti minimi di sicurezza: nessuna uscita di sicurezza e l’intero locale era delimitato da una recinzione alta circa 3 metri senza possibilità di uscita se non il varco di ingresso. Anche in questo caso, serata sospesa e ragazzi rimandati a casa. Successivamente – secondo quanto reso noto dalla Polizia municipale – si è appurato che le aree coperte del locale erano state realizzate in maniera abusiva in zona sottoposta a vincolo paesaggistico sottostante il costone tufaceo di Coroglio. Il locale è stato sottoposto a sequestro preventivo e il titolare denunciato per mancanza dell’agibilità e per abusi edilizi in zona vincolata.

Controllati altri 6 locali tra Chiaia, Posillipo e Bagnoli. A Capo Posillipo si è intervenuti in un ristorante dove era in corso una serata danzante con musica dal vivo. Il gestore è stato denunciato in quanto esibiva soltanto il nulla osta per l’impatto acustico senza avere però la licenza di agibilità per l’intrattenimento danzante e multato per la mancanza di autorizzazione al pubblico spettacolo. A Bagnoli una nota discoteca, seppure munita di tutte le autorizzazioni, è stata sorpresa con un numero di persone lievemente superiore a quello della capienza massima di 400 persone consentite. Pertanto il gestore ha provveduto a far uscire in sicurezza un gruppo di clienti rientrando nei limiti consentiti ed è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per mancato rispetto delle prescrizioni previste nella licenza di agibilità nonché diffidato ad attenersi per il prosieguo a quanto previsto in autorizzazione. Infine gli agenti sono intervenuti ad Agnano dove all’interno di un ristorante era in corso una serata danzante che era cominciata dopo la cena con musica e intrattenimento danzante. La serata, dove si è riscontrata la presenza di 195 clienti, è stata sospesa per mancanza delle autorizzazioni per gli intrattenimenti danzanti ed il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica per mancanza dell’agibilità del locale ed assenza del certificato prevenzione incendi nonché multato per mancanza dell’autorizzazione al pubblico spettacolo e per l’impatto acustico.