Napoli, l’omelia di Sepe: Andare oltre la cronaca senza chiudere gli occhi

22
In foto il cardinale e arcivescovo di Napoli, Crescenzio Sepe

Andare “oltre la cronaca che appare una continua condanna per Napoli”, senza “chiudere gli occhi”. E’ un passaggio dell’omelia per la solennità di San Gennaro, patrono della città, del cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli. La cronaca parla di “cifre agghiaccianti prodotte da una violenza che coinvolge non pochi giovani e giovanissimi e in alcuni casi, come una terribile bestemmia davanti a Dio, addirittura i bambini”. “Non si vuole certo chiudere gli occhi davanti a questo sfregio di vite umane – aggiunge – quelle che cadono vittime, ma anche le altre, quelle dei carnefici che nondimeno bruciano le loro vite al fuoco della violenza, perchè è la loro umanità ad andare in cenere e a diventare polvere”.