Napoli, multe pazze nelle Ztl. Il Comune: Sospendere l’esecutività dei provveimenti

24

Il Comune di Napoli ha rilevato che alcuni verbali elevati per i passaggi non autorizzati durante il periodo dal 6 giugno 2020 al 31 ottobre 2020 in alcune aree pedonali (AP) sono stati inviati, prima della verifica degli esiti dei ricorsi presentati al prefetto o al giudice di pace, al concessionario che ha emesso le ingiunzioni di pagamento. Le aree pedonali interessate sono quelle accessibili dei seguenti varchi: * Via Santa Sofia; * Via del Sole; * Via Duomo; * Calata Trinità maggiore; * Via Mezzocannone; * Via Miroballo al Pendino. Il Comune di Napoli ha pertanto “chiesto al concessionario di sospendere l’esecutività di tali provvedimenti di ingiunzione di pagamento al fine di effettuare le necessarie verifiche sulla sussistenza dei verbali”. I cittadini che si sono visti notificare ingiunzioni di pagamento riferite a verbali elevati per il passaggio non autorizzato nelle aree pedonali dei varchi sopra indicati nel periodo 6/6/2020-31/10/2020 e in possesso della documentazione attestante la presentazione del ricorso al Prefetto o la sentenza favorevole del Giudice di pace possono: * inviare la documentazione alla mail/pec: riscossionecoattiva-napoliov@legalmail.it * rivolgersi, dal 1° giugno 2024, agli uffici di Napoli Obiettivo Valore, ubicati alla via G. Porzio n.4, Centro Direzionale – isola B2 piano 3, previo appuntamento da fissare tramite portale https://www.napoliobiettivovalore.it o telefonando al numero 08119758372, portando la documentazione. I cittadini non in possesso dei suddetti requisiti (presentazione del ricorso al Prefetto o sentenza favorevole del Giudice di pace) restano tenuti al pagamento della sanzione. (