Napoli, per Natale parte il “Giocattolo sospeso” per i bimbi bisognosi

51

Al via a Napoli l’iniziativa ”Giocattolo sospeso” che, come già accade da anni per il caffè e per la pizza, prevede che chi si reca a comprare un dono natalizio per il propri figli, paghi un altro regalo da destinare a bambini bisognosi. Ad aderire all’iniziativa, promossa dall’assessore ai Giovani del Comune, Alessandra Clemente, 15 negozi di storici giocattolai della città affiancati dall’associazione “Tutti a Scuola” e da tre testimonial, gli attori di ‘Made in sud’ Maria Bolignano e Alessandro Bolide ed il cantante Nello Daniele. ”L’anno scorso, solo con pochi negozi aderenti, abbiamo sperimentato con successo l’iniziativa – spiega l’assessore Clemente – questo Natale contiamo di andare ben oltre i mille regali che siamo riusciti a distribuire nel 2016”. Il meccanismo solidale prevede che chi si reca a ritirare un giocattolo pagato mostri ai commessi la sua carta d’identità che, nel pieno rispetto della privacy, verrà comunicata ad un centro monitoraggio della Polizia Municipale per evitare accaparramenti da parte di male intenzionati. L’anno scorso, racconta l’assessore, la Municipale registrò che una stessa donna si era recata in tre punti per ritirare altrettanti regali. Si pensò a un tentativo di frode ma una cauta indagine degli agenti fece chiarezza sul caso. La signora, che viveva in grave stato di indigenza, era madre di tre figli e solo per dignità personale non aveva chiesto ad un singolo negozio tre doni”. ”Confidiamo nella bontà dei napoletani – commenta Toni Nocchetti dell’associazione ‘Tutti a scuola’ – affinchè tanti giocattoli, carezze da dare a bimbi che ne hanno bisogno, arrivino a regalare un Natale un poco più felice a famiglie meno fortunate”. ”Poche cose sono così belle da vedere – dice l’attrice Bolignano – come un sorriso di un bambino che scarta un regalo. Quello dei miei due figli? Ora sono grandi ma chi se li dimentica più”.