Napoli, nella chiesa di S. Gregorio la commemorazione del genocidio armeno

337
In occasione del 102° anniversario dell’inizio del genocidio armeno, l’associazione internazionale Regina Elena Onlus, il Gruppo Armeni di Napoli, la Comunità armena di Napoli ed il Circolo “Beata Maria Cristina di Savoia” di Tricolore hanno organizzato un solenne ‘Atto di commemorazione nella giornata dedicata al ricordo del Genocidio Armeno’, presso la chiesa di S. Gregorio Armeno. Il sodalizio intitolata alla “Regina della Carità” ha anche partecipato all’omaggio svoltasi alla presenza di una delegazione armena, guidata dall’ambasciatore straordinario e plenipotenziario presso la Santa Sede, Mikayel Minasyan, e dal cardinale Crescenzio Sepe. In chiesa, l’Arcivescovo di Napoli ha pregato dinnanzi alle reliquie di S. Gregorio Illuminatore, vescovo e apostolo degli armeni all’inizio del IV secolo, prima di recarsi davanti al monumento per leggere la preghiera recitata dal Santo Papa Giovanni Paolo II in occasione del suo viaggio ad Yerevan. Successivamente, nella chiesa di S. Gregorio Armenio i partecipanti sono stati accolti da Gevorg Tovmasyan, responsabile del Gruppo Armeni Napoli, Vahe Keuchguerian coordinatore della Comunità Armena Napoli, Rodolfo Armenio presidente del “Comitato per il riconoscimento del Genocidio Armeno” dell’Associazione Internazionale Regina Elena Onlus ed Orazio Mamone, Segretario del Circolo “Beata Maria Cristina di Savoia” di Tricolore. Erano anche presenti Franco e Rosaria Mario, e Renato Capurro. Dopo numerose testimonianze sono stati letti i messaggi inviati dall’ambasciatrice straordinaria e plenipotenziaria presso l’Italia, Victoria Bagdassarian, da Padre Tovma archimandrita Khachatryan responsabile della Chiesa Armena Apostolica d’Italia e Vicario Generale del Delegato Pontificio dell’Europa Occidentale, dal sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dal Capo di Casa Savoia, il principe Vittorio Emanuele e dal Presidente del Comitato Papa Pacelli, Emilio Artiglieri. E’ seguita la deposizione di una corona di alloro in memoria di tutti martiri presso il monumento inaugurato nel 2015.