Napoli, nelle cave della Sanità una rete di parcheggi collegata alla Tangenziale. Ecco il progetto

96

Tre nuove rampe di accesso alla Tangenziale che sarà collegata direttamente a una rete di parcheggi nelle cave di tufo della Sanità con 2000 posti auto e bus in 60 mila metri quadrati di grotte. È questo il progetto lanciato da Ivo Poggiani, presidente della III Municipalità di Napoli, in accordo con il Comune e Tangenziale, che trasformerà il rione Sanità in una porta di accesso a Napoli per turisti e pendolari, recuperando l’area alle spalle dell’Ospedale San Gennaro e drenando il traffico in entrata nella città. Il primo passo sarà lo studio di fattibilità finanziato con mezzo milione nell’ambito del Contratto Istituzionale di sviluppo tra Mibac e Comune di Napoli. “La Sanità – spiega all’Ansa Poggiani – recupererà il suo ruolo originario di quartiere di servizio rispetto al centro storico intra moenia, completando un percorso di rinascita che è già evidente”. Il progetto prevede che pendolari e turisti potranno prendere ascensori che dai parcheggi nelle cave salirannno nel Bosco di Capodimonte, oppure prendere la metropolitana nella uscita delle Fontanelle in contruzione, mentre a piedi in pochi minuti saranno a Piazza Cavour.