Napoli, ok al nuovo Piano strategico per il porto. Dal waterfront alla riduzione di CO2, ecco le priorità

113

Con l’approvazione in Giunta, su proposta del vicesindaco di Napoli, Carmine Piscopo, del Documento di Pianificazione Strategica di Sistema Portuale, si conclude un lungo lavoro di condivisione e di confronto, che ha visto impegnati l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale (AdSP) e il Comune di Napoli per la definizione di un quadro di indirizzi inerenti la nuova pianificazione del Porto e la sua relazione con la Città. Tra gli obiettivi presenti nel Documento, il recupero e la valorizzazione del waterfront costiero, la valorizzazione del patrimonio architettonico esistente, la riduzione di emissioni e consumi energetici dei mezzi navali attraverso l’uso di carburanti alternativi, il riassetto funzionale del sedime e dell’area logistica, il potenziamento della cantieristica e delle riparazioni navali e l’ottimizzazione dell’interazione porto – città. Sono inoltre previsti interventi urbani nelle aree comprese tra Calata Beverello e Calata Piliero fino alla Calata Villa del Popolo, lungo la passeggiata pubblica del Molo San Vincenzo e la realizzazione di una passeggiata urbana e portuale lungo via Marina.