Napoli, patrimonio pubblico: sottoscritto accordo tra il Comune ed il Demanio

17

“In attuazione della Deliberazione di Giunta Comunale del 2 luglio, è stato sottoscritto oggi un accordo di collaborazione tra il Comune di Napoli, rappresentato dal Direttore Generale Attilio Auricchio e l’Agenzia del Demanio, rappresentata dal Direttore Regionale Edoardo Maggini, finalizzato a favorire iniziative di costante collaborazione per la ricognizione, il riordino, la razionalizzazione, la valorizzazione e la dismissione del patrimonio immobiliare pubblico di ambito comunale, attraverso l’istituzione di un Tavolo Tecnico Operativo permanente”. E’ quanto si legge in una nota del Comune di Napoli. “Tale accordo costituisce per il Comune un’importante iniziativa per assicurare un fondamentale presidio alle funzioni in materia di gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare, trattandosi di settore su cui, nelle diverse manovre di ripresa dell’Ente e come delineato negli strumenti di programmazione economico-finanziaria, sono incentrate molte azioni di riequilibrio tese al perseguimento degli obiettivi di risanamento. Con la sottoscrizione dell’accordo le Parti firmatarie – si legge – condividono la necessita’ di operare congiuntamente per l’avvio di tutte le attivita’ volte alla preliminare conoscenza del patrimonio immobiliare pubblico e all’attuazione delle piu’ idonee politiche di valorizzazione, razionalizzazione e dismissione dello stesso, anche attraverso la strutturazione di operazioni di finanza immobiliare ex art. 33 D.L. n. 98/2011, operazioni di creazione di ‘federal building’ o permuta”. “Un ulteriore obiettivo e’ la verifica delle potenzialita’ di sviluppo del patrimonio immobiliare, con particolare attenzione alla conoscenza di un patrimonio minore che potra’ essere selezionato per utilizzi turistici, sociali e culturali. L’iniziativa di collaborazione inizialmente riguardera’ un primo portafoglio immobiliare, ricadente nel territorio comunale, gia’ censito dall’Agenzia del Demanio. Successivamente sara’ individuato un ulteriore portafoglio di immobili pubblici mediante l’utilizzo della piattaforma messa a disposizione dall’Agenzia denominata EnTer – si spiega – Comune e Demanio hanno anche concordato di completare il trasferimento di immobili ai sensi delle norme sul federalismo demaniale ordinario, per destinarli a progetti di rigenerazione e riuso, in linea con le esigenze dei cittadini e di sottoscrivere gli accordi di valorizzazione per gli immobili di interesse culturale al fine di garantire una efficace e sostenibile gestione del patrimonio storico e artistico”. “Per il perseguimento delle attivita’ di valorizzazione del patrimonio immobiliare di particolare interesse storico-artistico e paesaggistico, in linea con il Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 e a partire dai progetti di valorizzazione gia’ sviluppati dall’Agenzia ‘ tra cui i progetti a rete Fari, Torri ed Edifici Costieri e Cammini e Percorsi e gli usi temporanei ‘ si e’ stabilito di avviare nuovi processi e iniziative di valorizzazione, volti al loro recupero e riuso per finalita’ turistiche, sociali e culturali, anche attraverso la condivisione di modelli e il trasferimento di specifici know-how”, conclude la nota.