Napoli, il presidente della Corte d’Appello: Reati minorili in calo ma aumenta la percezione di insicurezza

34

Sono diminuiti i procedimenti per reati commessi da minorenni a Napoli e provincia. Lo ha reso noto il presidente della Corte d’Appello di Napoli, Giuseppe De Carolis, nella conferenza stampa che precede l’inaugurazione dell’Anno giudiziario 2018 prevista per sabato mattina a Maschio Angioino. La “percezione di insicurezza” in merito alla questione delle baby gang a Napoli, secondo De Carolis, è legata al fatto che “è aumentata la gravità e la pericolosità sociale degli episodi criminosi che vedono protagonisti minori” e anche “il fatto che ci sia la sensazione che non vi siano più zone ‘franche’, cioè che questi episodi possano avvenire in tutta la città e non più quasi unicamente nelle periferie”. Alla domanda se sia giusto parlare di “emergenza baby gang”, De Carolis ha risposto: “Dipende da cosa si intende per emergenza. Si sono verificati dei fatti gravi e giustamente sono stati accesi i riflettori sul fenomeno che prima era stato forse sottovalutato, ma che non è nuovo. E’ una sorta di evoluzione criminale del bullismo che magari prima accadeva a scuola e ora accade in contesti allargati, come in strada. Questo può aver generato maggior senso di insicurezza”.