Napoli, processo a presunto esponente di un clan: il Comune si costituisce parte civile

19

La Giunta comunale di Napoli, a firma dell’assessore all’avvocatura Monica Buonanno, ha approvato la costituzione di parte civile contro un presunto esponente del clan camorristico Vigilia, operante nella Citta’ di Napoli, rinviato a giudizio immediato per reati contro la persona ed il patrimonio nonche’ per traffico di stupefacenti ed altri crimini finalizzati al raggiungimento del controllo del territorio. “Ancora una volta – spiega l’assessore Buonanno – questa Amministrazione si schiera contro chi minaccia il benessere delle comunita’ locali e danneggia la crescita e lo sviluppo di un’economia sana e virtuosa. Ogni qualvolta un esponente della criminalita’ organizzata compie un reato, e’ l’intera comunita’ che ne viene colpita, oltre che direttamente, anche nell’immagine percepita all’esterno. Il fatto stesso” conclude l’assessore “che i cittadini napoletani possano essere associati alla presenza di organizzazioni criminali e al pericolo derivante dai reati da loro commessi e potenziali, costituisce un danno rilevantissimo”.