Napoli, riaprono 13 parchi comunali ma l’accesso sarà controllato

255
In foto un'immagine di repertorio del Parco Mascagna

Da domani si potrà tornare a passeggiare nei parchi cittadini così come prevede l’ultimo decreto del presidente del Consiglio e il Comune di Napoli riaprirà 13 parchi. I cancelli, in via provvisoria, si apriranno soltanto dalle ore 8 alle 15.30. Per ogni parco sarà aperto un solo accesso così da controllare i flussi. I parchi che aprono sono: la Villa Comunale con ingresso piazza della Vittoria; il Virgiliano con ingresso da viale Virgilio; il parco Mascagna con ingresso via Ruoppolo; l’area attrezzata in via Orsolona ai Guantai Parco Camaldoli con ingresso su via Orsolona; il parco Buglione con ingresso da via Domenico Fontana; il Parco del Poggio con ingresso unico via del Poggio; il parco Nicolardi con ingresso unico via Nicolardi; il parco Troisi con ingresso viale due Giugno; il parco De Filippo con ingresso via Califano; il parco Ciro Esposito con ingresso viale della Resistenza (dalle ore 09.30); il parco Re Ladislao con ingresso via Cardinale Seripando ma da martedi’ 5 maggio; il parco San Gaetano Errico da viale delle Galassie e il parco Quartieri Spagnoli. ”Tra questi parchi – ha sottolineato all’ANSA, l’assessore al Verde, Luigi Felaco – figurano anche alcuni che erano chiusi già prima dell’emergenza coronavirus e che sono stati manutenuti e restituiti alla collettivita”’. Nei parchi – come disposto dal dpcm del presidente del Consiglio Conte – è inibito l’accesso e l’uso delle aree giochi per bambini, è vietata ogni forma di assembramento, non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa. ”L’accesso – ricorda Felaco – è condizionato al mantenimento della distanza sociale di sicurezza ”.