Napoli, rivive a Ottaviano la tradizione dell’automobilismo: nasce il Premio Casco Azzurro

249

“Non abbiamo mai abbandonato il sogno di dare vita ad una vera e propria motor valley nel Mezzogiorno”. È quanto dichiara Paolo Scudieri, presidente di Adler Pelzer Group, multinazionale leader nella componentistica automotive, nel presentare la prima edizione del Premio Casco Azzurro, in programma il 29 febbraio presso il circuito di Ottaviano. “Per questo siamo lieti di ospitare la prima edizione del Premio Casco Azzurro, per ricordare esempi come quello di un grande pilota come Mennato Boffa, unico napoletano ad aver vino il Gran Premio di Posillipo su Wre Maserati, nel 1960”.
Il premio, presieduto da Paolo Scudieri e ideato dall’onorevole Enzo Rivellini, verrà consegnato a Cosimo Turizio, napoletano classe ’41, campione d’Italia classe 1300 categoria turismo nel 1972, il che annovera tra i tanti successi anche la “medaglia d’oro” di “Autosprint” nel 1972, il diploma al merito d’onore della Commissione sportiva automobilistica Italiana (1973) e il diploma d’onore dell’Associazione Nazionale Corridori Italiani (1975).
“Ad Ottaviano – aggiunge Scudieri – nascerà una vera e propria academy per giovani piloti, primo passo per ridare vita all’automobilismo sportivo in Campania e che vuole sfociare nella futura nascita di un vero e proprio Autodromo del Mezzogiorno, riprendendo l’idea dello sviluppo dell’Autodromo di Cellole”. Tra gli inviati alla manifestazione, il presidente dell’Aci, Angelo Sticchi Damiani, oltre ai rappresentanti dell’automobilismo sportivo nazionale e campano.
La manifestazione avrà inizio alle 10 presso la pista di Adler Group, nella zona industriale di Ottaviano, con l’esposizione di auto storiche come la Formula 1 guidata da James Hunt, Osella, Ferrari, Lancia Stratos, Alfa Romeo, Maserati, accompagnate foto e filmati delle gare degli ultimi 60 anni.
Per l’occasione verranno premiati anche gli imprenditori che più si sono distinti nell’impegno per il territorio e per la cultura dello sport, fra cui lo stesso Paolo Scudieri e Corrado Ferlaino, storico presidente del Napoli. L’evento sarà presentato dai giornalisti Sergio Troise e Antonio Aliperti.