Napoli, stadio San Paolo intitolato a Maradona: l’iter durerà meno di un mese

331
In foto il San Paolo illuminato per ricordare Diego

In meno di un mese lo stadio San Paolo di Napoli potrebbe diventare stadio Diego Armando Maradona. L’iter per l’intitolazione dell’impianto di Fuorigrotta al campione argentino, morto ieri all’età di 60 anni, prevede una proposta formale della Commissione Toponomastica del Consiglio comunale, una delibera di Giunta e una deroga del prefetto per l’intitolazione di luoghi pubblici a persone che siano decedute da meno di 10 anni. “Se tutto dovesse andare come deve e i passaggi saranno compiuti in tempi rapidi, credo che in una ventina di giorni potremmo farcela”, spiega all’Adnkronos Laura Bismuto, presidente della Commissione Toponomastica del Consiglio comunale di Napoli. In meno di 24 ore dalla notizia della morte di Diego Armando Maradona, Bismuto ha convocato la Commissione che si riunirà lunedì 30 novembre alle ore 10 con un solo punto all’ordine del giorno: “Intitolazione Stadio San Paolo a Diego Armando Maradona”.
Alla riunione della Commissione, che avverrà in videoconferenza, sono invitati l’assessore comunale alla Toponomastica, Alessandra Clemente, l’assessore allo Sport Ciro Borriello, il dirigente del servizio Toponomastica del Comune Luigi Loffredo, il dirigente Grandi impianti Gea Vaccaro e il presidente della Commissione Sport del Consiglio comunale Carmine Sgambati. La Commissione Toponomastica, con ogni probabilità già lunedì considerato il parere positivo di tutte le forze politiche, formalizzerà la proposta formale di intitolazione dello stadio di Fuorigrotta a Maradona. La proposta sarà esaminata dalla commissione tecnica presieduta dal sindaco Luigi de Magistris per poi arrivare alla delibera di Giunta comunale. La delibera sarà quindi sottoposta al prefetto di Napoli, Marco Valentini, per la necessaria autorizzazione a derogare dalla norma dei 10 anni. Si tratterebbe del secondo cambio di denominazione dello stadio di Fuorigrotta, realizzato nel 1959 con il nome di Stadio del Sole ma che presto diventò stadio San Paolo in omaggio a san Paolo di Tarso e al suo passaggio a Pozzuoli e nell’area dei Campi Flegrei, della quale il quartiere Fuorigrotta fa parte.