Napoli, storici del diritto a lavoro: 170 relatori da 4 continenti per la Sihda

74

Con il saluto del sindaco Luigi De Magistris si è conclusa oggi al Maschio Angioino con L’Assemblea enerale la 68esima riunione della SIHDA, il Convegno Con il saluto del sindaco Luigi De Magistris si è conclusa oggi al Maschio Angioino con L’Assemblea enerale la 68esima riunione della SIHDA, il Convegno annuale degli storici del diritto inaugurato martedì scorso nella sede centrale dell’Università Federico II. Domani per gli ospiti una giornata dedicata alle escursioni: in programma Pompei, Campi Flegrei e Costiera amalfitana. Quattro intensi giorni di lavoro sul tema: ‘Regulae iuris. Radici fattuali e giurisprudenziali, ricadute applicative’, sul quale si sono confrontati oltre 170 relatori provenienti da 33 Paesi e 4 Continenti. Entusiasta dei risultati raggiunti la prof. Carla Masi Doria, ordinario di Storia del diritto romano presso l’Ateneo federiciano e membro del Comitato direttivo della SIHDA, ‘è stato un grande successo per tutti gli organizzatori’-ha affermato la professoressa, che ha aggiunto-‘per la prima volta nella lunga storia della Societé, abbiamo avuto l’onore di ospitare a Napoli questo importante consesso di studiosi. Un’occasione unica di mettere a confronto i maggiori esperti mondiali della storia del diritto su tematiche di altissima rilevanza scientifica, una riflessione collettiva che, attraverso lo sguardo sul passato, ci permette di comprendere meglio anche il mondo in cui viviamo.’ Una macchina organizzativa imponente, che ha visto la collaborazione di Università, istituzioni locali e sponsor privati che hanno lavorato fianco a fianco per garantire l’accoglienza degli oltre 300 partecipanti. Al termine di ciascuna sessione di lavoro, non sono mancate le occasioni per offrire agli ospiti un assaggio di cultura partenopea. Un concerto di musica tradizionale napoletana dell’Ensemble Vocale e Strumentale Axia nella suggestiva cornice di San Giovanni Maggiore, una serata a base di pizza e ieri, alla vigilia della ricorrenza della festa del Patrono di Napoli, una visita alle Catacombe di San Gennaro con cena all’interno della Basilica dedicata al Santo extra moenia. Questa sera infine, dopo un concerto per piano del maestro Mario Merola, serata di gala ospitata nel salotto buono di Napoli, al Circolo Savoia, aperto per l’occasione agli ospiti del Convegno, che potranno degustare piatti tipici della nostra tradizione culinaria durante una cena con vista sul borgo.