Napoli, una targa per ricordare Anna Maria Ortese

87
in foto la targa per Anna Maria Ortese (Foto Omninapoli)

Il Comune di Napoli ha ricordato a venti anni dalla scomparsa la scrittrice Anna Maria Ortese che per diversi anni della sua vita visse nel capoluogo campano, città con cui ebbe un rapporto intensissimo e a cui sono dedicati alcuni tra i più importanti dei suoi scritti. Per rendere imperirituro il legame tra la scrittrice e Napoli, è stata apposta una targa in via Palasciano dove la Ortese visse. “Anna Maria Ortese – ha detto il sindaco Luigi de Magistris – è stata una donna coraggiosa che ha saputo capire le contraddizioni e la bellezza di Napoli, la sua capacità di autogoverno e di anarchia. + una città – ha aggiunto – che ha tanto amato ma che ha dovuto lasciare a causa dell’ostracismo subito dgli intellettuali patinati”. Il primo cittadino ha sottolineato che attraverso la toponomastica “la città intende ricordare i tanti personaggi illustri che hanno amato e vissuto Napoli”. Allo svelamento della targa hanno partecipato, tra gli altri, il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, rappresentanti delle forze dell’ordine e dell’Archivio storico di Napoli che custodisce gli scritti della Ortese. L’amministrazione comunale – come annunciato dall’assessore alla Cultura, Nino Daniele – intende dedicare un’intera settimana di appuntamenti alla scrittrice con lo scopo “di coinvolgere la città e soprattutto i giovani a cui far conoscere il patrimonio culturale della Ortese perché diventi strumento per combattere i disvalori che cercano di impadronirsi di loro”. Nel pomeriggio nella sala Giunta di Palazzo San Giacomo si terrà un incontro durante il quale la scrittrice Valeria Parrella ricorderà la Ortese.