Napoli, torna il Pizza Village con campionato mondiale e firme per Unesco

41

Il lungomare Caracciolo si sta preparando ad accogliere la quinta edizione del Napoli Pizza Village in programma dal 1 al 6 settembre. La manifestazione, promossa dall’Associazione Pizzaiuoli napoletani è patrocinata dal ministero delle Politiche agricole, dalla Regione Campania e gode dell’Alto Patronato della Presidenza delle Repubblica e del sostegno del Comune di Napoli. L’iniziativa, inoltre, nelle giornate dell’1 e 2 settembre, ospiterà il XIV Campionato del mondo del Pizzaiuolo – Trofeo Caputo che vedrà la sfida, a suon di pizza, tra oltre 500 pizzaiuoli provenienti da tutto il mondo per aggiudicarsi i titoli iridati nelle otto diverse categorie. Ma non solo. Durante la manifestazione si raccoglieranno le firme per sostenere la candidatura dell’arte dei pizzaiuoli partenopei come Patrimonio immateriale dell’umanità Unesco 2016.Nino DanieleLa kermesse – ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune, Nino Danielequest’anno ha particolare valore e sarà occasione per contribuire alla grande campagna di sensibilizzazione per sostenere la candidatura. Il nostro obiettivo – ha aggiunto – è raccogliere in tutto il mondo un milione di firme e spero che tutti, senza snobismi intellettuali, lavorino con noi per questo importante avvenimento culturale che porterà in città una grande ricaduta turistica e identitaria“. I visitatori potranno sottoscrivere la petizione allo stand Pizza Unesco situato nel padiglione centrale. Cinquanta le pizzerie storiche napoletane che saranno presenti sul lungomare e che offriranno, al costo di 12 euro, un menù completo con pizza, bibita, caffè, dolce o gelato. Il ticket potrà essere acquistato presso le 24 casse allestite al Village oppure online sul sito dell’evento al link “Pizza On Line – Salta la fila”. Secondo i dati forniti dall’organizzazione, l’edizione 2014 ha fatto segnare un incremento di turisti del 15 per cento, numeri che – ha detto il presidente dell’Associazione Pizzaiuoli napoletani Sergio Miccù ‘”consolidano la forte connotazione di attrattore turistico e di promotore del territorio dell’evento“. Ad arricchire la kermesse un calendario di eventi e di spettacoli che vedranno la partecipazione, solo per citarne alcuni, della Nuova Compagnia di Canto popolare, Fabio Concato, Gigi e Ross, Maurizio Casagrande e Lino D’Angio. Durante la conferenza, fuori programma da parte del consigliere comunale del Pd Ciro Fiola che ha “accusato” l’amministrazione di aver agito “con poca trasparenza per quanto riguarda il pagamento della Cosap, favorendo così la società organizzatrice“. Accuse a cui ha replicato l’assessore Daniele sottolineando che la società ha pagato 36 mila euro, cifra a cui “si aggiungerà un’ulteriore quota in base ai ricavi“.