Napoli: trasporti all’ordine del giorno ma la maggioranza diserta l’aula, salta il Consiglio comunale

22

Nemmeno un’ora dopo l’avvio della seduta il Consiglio comunale di Napoli è stato sciolto per mancanza del numero legale. Alla verifica sul numero dei presenti hanno risposto in 19 e pertanto il presidente dell’assemblea ha dichiarato sciolta la seduta. In aula era assente parte della maggioranza. Oggi il Consiglio avrebbe dovuto affrontare una monotematica sul trasporto pubblico. Con lo scioglimento di oggi è la terza volta che il Consiglio non riesce a discutere di trasporto sebbene la richiesta di convocazione della monotematica sia venuta dal consigliere di maggioranza Ciro Langella. “Non discutere di un argomento che incide negativamente sulla vivibilità dei napoletani è una questione di mancanza di sensibilità. Mi vergogno di far parte di questa maggioranza”, ha detto il presidente della commissione Trasporti, Nino Simeone.

Adesso ci aspettiamo dal sindaco de Magistris azioni dirette e incisive a supporto delle nostre argomentazioni in tema di trasporti, di mobilità e di viabilità. Occorre fare presto. Il sindaco deve prendere decisioni immediate e risolutive se si vuole far uscire la città dall’ imbuto in cui si è

finiti”. Queste le parole dei consiglieri del gruppo di maggioranza Agorà, Ciro Langella e Nino Simeone, rispetto allo scioglimento del Consiglio comunale che oggi avrebbe dovuto discutere una monotematica sul tema del trasporto pubblico cittadino e che ha interrotto invece i lavori dopo appena un’ora a causa della mancanza del numero legale causato dall’assenza di diversi esponenti della stessa maggioranza. Langella e Simone, pur affermando di “restare nel solo ed esclusivo interesse della città”, evidenziano la necessità che “la politica si assuma tutte le responsabilità senza che sia ridotta a una mera conta in aula di consiglieri comunali”. Secondo i consiglieri di Agorà, l’aula oggi “ha vissuto un’altra brutta pagina da parte della maggioranza e si è persa una buona occasione per affrontare questioni che incidono direttamente sulla vivibilità dei napoletani che da tempo ritengono questa amministrazione in affanno e incapace di trovare soluzioni tangibili”. I consiglieri inoltre giudicano “insufficiente, fantasiosa e priva del piano traffico” la relazione dell’assessore ai Trasporti, Mario Calabrese, e stigmatizzano l’assenza in aula dell’assessore con delega alla Polizia municipale, Alessandra Clemente. Dure critiche sono venute anche da esponenti dell’opposizione come David Lebro (La città) secondo cui “la maggioranza e’ sempre più in frantumi e poco interessata a discutere la monotematica su mobilità e trasporti”. Da Lebro dita puntate contro l’assenza in aula del sindaco de Magistris, oggi impegnato in un’iniziativa con il ministro della Giustizia presso il carcere di Secondigliano. “Con tutti i disagi che quotidianamente vivono i cittadini e i tanti turisti che, specialmente in questo periodo natalizio, invadono le strade della città – conclude – la maggioranza arancione per evidenti problemi politici si sottrae al confronto su un tema così delicato”.