Napoli, Universiadi: 14 ristrutturazioni di impianti per 27 mln di euro

133

Sono in totale 27.422.948 gli euro che saranno investiti per i 14 interventi di riqualificazione degli impianti sportivi a Napoli in vista delle Universiadi 2019. Il totale degli interventi e’ stato illustrato oggi nel corso della Commissione per le Universiadi del Comune di Napoli attraverso un quadro schematico preparato dall’assessoreato agli impianti sportivi. L’intervento piu’ oneroso e’ quello per la ristrutturazione del Palavesuvio di Ponticelli che ospitera’ le gare di ginnastica ritmica e verra’ ristrutturato per un importo di 6,3 milioni di euro tra riqualificazione delle palestre (1,94 milioni) e interventi di riqualificazione dell’indoor (4,37 milioni). A seguire la piscina Scandone che tra la ristrutturazione della struttura esistente (3,77 milioni) e la costruzione di una nuova piscina esterna (2,35 milioni) costera’ 6,1 milioni di euro, mentre lo Stadio San Paolo prevede lavori per 4,44 milioni tra impianti di iluminazione e costruzione di una nuova pista di atletica. Te milioni costera’ la riqualificaione del Paladennerlein del quartiere periferico di Barra, mentre per gli altri nterventi siamo intorno al milione di euro ognuno per Palabarbuto, stadio Caduti di Brema, stadio Ascarelli, stadio San Pietro a Patierno, Polifunzionale di Soccavo, parco Virgiliano e tennis sul lungomare. Tutti interventi che, hanno sottolineato i membri della Commissione Universiadi presieduta da Vincenzo Moretto, resteranno in eredita’ agli sportivi napoletani completamente ristrutturati e fruibili. Nell’elenco degli impiati sportivi non c’e’ il Collana che attende ancora la sentenza del Consiglio di Stato prevista per il 20 marzo nel contenzioso tra la Regione Campania e la societa’ Giano che aveva avuto la gesitone dello stadio. “La citta’ di Napoli vuole fortemente – ha detto in Commissione l’assessore agli impianti sprtivi del Comune di Napoli Ciro Borriello – ma bisogna attendere la fine del contenzioso. Vogliamo pero’ che possa essere inserito come campo di allenamento e comunque ristrutturato con soldi pubblici”. In totale, comprendendo tutte le localita’ della Campania coinvolte nelle Universiadi, ci saranno 24 comuni coinvolti, con 57 interventi di ristrutturazione su 64 strutture sportive.