Napoli, VitignoItalia: via alle degustazioni. Anteprima all’Excelsior con 100 aziende e 500 etichette

78

Degustazione con circa 100 aziende provenienti da tutta la penisola per oltre 500 etichette disponibili nei banchi d’assaggio. Questi i numeri di Anteprima VitignoItalia 2020, oggi a Napoli, a partire dalle 17.30 (e fino alle 22.30), nell’Hotel Excelsior, sul Lungomare. Una preview autunnale dedicata al vino italiano e che anticipa, come di consueto, l’appuntamento di VitignoItalia 2020, XVI edizione del Salone dei Vini e dei Territori Vitivinicoli Italiani in programma a Castel dell’Ovo a maggio. “Quello dell’Anteprima – spiega Maurizio Teti, direttore di VitignoItalia – è ormai diventato un incontro di rito, molto atteso sia dagli appassionati che dagli operatori del settore. A questi ultimi in particolare, sempre più numerosi in una città sempre più attenta alla qualità comeNapoli, dedichiamo un’apposita fascia oraria (dalle 16.00 alle 17.30) antecedente l’apertura al pubblico. Una sorta di libero B2B che facilita la conoscenza diretta con i produttori. Come d’abitudine nella nostra preview cerchiamo di offrire uno spaccato dell’Italia enoica, alzando di anno in anno il livello qualitativo medio”. A essere rappresentate negli spazi dell’Excelsior, sottolineano i promotori della kermesse, saranno 15 regioni. “Un viaggio, calice alla mano, da Nord a Sud dello Stivale, spaziando dai terroir più blasonati, come quelli di Piemonte e Toscana, alle zone in grande spolvero, come il Trentino Alto Adige e l’Abruzzo – rilevano ancora gli organizzatori – Naturale il predominio numerico della Campania, che potrà contare sulla presenza di oltre 40 realtà produttive, provenienti dai differenti territori che compongono la regione. Proprio l’estrema ed eccellente varietà del patrimonio ampelografico campano costituisce il suo punto di forza, sempre più apprezzato sui mercati nazionali e internazionali. Non mancherà, infine, la possibilità di sperimentare abbinamenti con alcune eccellenze gastronomiche”. VitignoItalia, per il suo progetto Academy, fa sapere il nome del suo nuovo ambasciatore: Giuseppe Palmieri, maitre e sommelier dell’Osteria Francescana di Modena, “tra i migliori ristoranti al mondo e tempio dell’enogastronomia guidato dallo chef Massimo Bottura”. A Palmieri dunque (che succede a Mariella Caputo, della Taverna del Capitano), il compito di rappresentare la kermesse partenopea nelle iniziative in calendario per la stagione 2019/20, a partire per l’appunto dall’Anteprima di oggi. “Proseguiamo – sottolinea Maurizio Cortese, socio di VitignoItalia – con l’idea di creare una sorta di dream team composto da personaggi di spicco del mondo dell’enogastronomia e non solo. Tutti ovviamente accomunati dalla passione per i vini di qualità e per il bere consapevole e con la missione di promuovere VitignoItalia nel Paese e all’estero. Giuseppe Palmieri è, senza timore di smentita, uno dei grandi nomi di riferimento nel panorama internazionale. Una figura riconosciuta e capace, insieme ad altri suoi illustri colleghi, di ridare dignità a un lavoro nobile come quello del servizio di sala. Un lavoro che risulta di fondamentale importanza per chi produce vino e di conseguenza per chi come noi organizza manifestazioni nate con l’intento di valorizzare le eccellenze vitivinicole”. Anteprima VitignoItalia 2020 si svolge in collaborazione con Regione Campania e ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e con il patrocinio del Comune di Napoli e di diversi sponsor.