Nasce AssoHealth, associazione per una comunicazione responsabile contro le fake news

23

ROMA (ITALPRESS) – Nasce AssoHealth, un’associazione per una comunicazione responsabile sulla salute per prevenire allarmismi e fake news e per sostanziare il valore di una informazione trasparente, etica e validata. Si tratta della prima associazione nazionale che riunisce le agenzie di comunicazione specializzate nel settore healthcare, che operano per promuovere un’informazione guidata dalla scienza e dai principi della divulgazione scientifica. “L’ecosistema sanitario ha bisogno, soprattutto ora, di coesione e di supporto per ripartire in modo equo, propositivo e in tempi e modalità sostenibili per essere capace di infondere fiducia, creando connessioni significative utili alla costruzione di un futuro più inclusivo dei bisogni di tutti gli stakeholder, pazienti e care giver”, ha sottolineato Carola Salvato, presidente della nuova associazione e amministratore delegato di Havas Life Italia, nel corso della conferenza organizzata per il lancio dell’iniziativa.
“Come Associazione daremo il nostro contributo mettendo a disposizione competenze e esperienza, per sensibilizzare i diversi interlocutori rispetto al ruolo che riveste la comunicazione responsabile: informare, educare, coinvolgere, motivare, approfondire”, ha aggiunto. AssoHealth riunisce agenzie appartenenti a network internazionali e realtà italiane, tutte specializzate nella comunicazione del settore salute. Il gruppo fondatore annovera dieci sigle, alle quali ci si auspica se ne aggiungeranno presto altre (Cdm Milan divisione Healthcare, Educom, Energy, Havas Life Italy, Health&Life, Healthware International, Mapcom Consulting, McCann Health, Ogilvy&Mather, Vmly&Rx), per un fatturato aggregato di circa 75 milioni di euro e oltre 300 dipendenti. Affiancano Salvato nel direttivo della nuova associazione, i vicepresidenti Alessio Carli (McCann Health) e Lia Treichler (Vmly&Rx). Tesoriera è Paola Lanati (Mapcom). “Sosteniamo, come nei principi e valori espressi dal nostro manifesto, che nella comunicazione di un settore delicato e primario come la salute, debbano sempre prevalere chiarezza, basi scientifiche, competenza e senso di responsabilità” ha detto ancora la presidente di AssoHealth. “Oggi, noi tutti, nessuno escluso, ci troviamo ad affrontare sfide ad alto impatto che hanno una ripercussione sulla nostra salute e sull’imminente futuro. Molti i dati, di cui ancora si parla troppo poco e con poca consapevolezza, che se non adeguatamente affrontati ben presto impatteranno negativamente sullo stato di salute del nostro Paese. Per un effetto-paradosso ci stiamo focalizzando su un problema molto serio, la mortalità legata al Covid, pur consapevoli che gli effetti rebound saranno ancora più pesanti se non gestiti e comunicati oggi”, ha concluso. All’incontro hanno partecipato anche Walter Bruno, direttore comunicazione Humanitas, il giornalista e divulgatore scientifico Alessandro Cecchi Paone, il vicesegretario nazionale Fimmg Fiorenzo Corti, il presidente di Europa Donna Rosanna D’Antona, Gabriella Fabbrocini, membro dell’Osservatorio ISS e docente all’Università Federico II di Napoli, Fernanda Gellona, direttore generale Confindustria Dispositivi medici, il presidente di Una, Aziende della Comunicazione Unite, Emanuele Nenna, Riccardo Palmisano, presidente Assobiotec, Michela Rostan, vicepresidente Commissione affari sociali della Camera e Michele Uda, direttore Generale Egualia.
(ITALPRESS).