Nasce Fondconfassociazioni organizzazione di solidarietà per i professionisti giovani e svantaggiati

24

Roma, 3 lug. (Labitalia) – “E’ nata Fondconfassociazioni, la nuova organizzazione di solidarietà e aiuto per tutti, ma veramente tutti i professionisti giovani e svantaggiati del nostro Paese”. Lo ha dichiarato in una nota Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni.

“Il 2 luglio -sottolinea- è stata una bella giornata, il 5° compleanno di Confassociazioni, da molto tempo la più importante Confederazione di associazioni dei servizi all’impresa e delle professioni innovative. 5 anni fa eravamo 42 associazioni e 50mila professionisti. Oggi siamo 363 associazioni, più di 700mila professionisti iscritti, di cui 130mila imprese. Una crescita straordinaria per la quale dobbiamo dire grazie a tutti”.

“E’ per questo che -avverte Deiana- in questa giornata di festa per i traguardi raggiunti, non ci siamo voluti fermare e ci siamo voluti fare un altro regalo importante: è nata oggi Fondconfassociazioni, la nostra nuova organizzazione di solidarietà e aiuto per tutti i professionisti giovani o svantaggiati. Non importa se si tratterà di professionisti ordinistici o associativi. Tutti, nei limiti delle nostre possibilità, saranno accolti da Fondconfassociazioni, che sarà lì per ascoltare e aiutare tutti coloro che ne faranno richiesta motivata”.

“Il nuovo soggetto associativo -chiarisce- sarà operativo, online e offline, dal 17 luglio prossimo e verrà presentato nel corso della conferenza ‘Donne 4.0: la sfida vincente delle donne nell’era delle reti e dello smart working’ mercoledì 18 luglio, al Tempio di Adriano (Roma), dalle ore 14.30 alle 18.30”.

“Siamo il sistema nervoso del Paese -fa notare il presidente di Confassociazioni- un sistema che include professioni fondamentali come quelle del management, dell’informatica, della comunicazione, dei beni culturali, della formazione, della finanza, del real estate. E’ per questo che abbiamo scelto di dedicare la nostra Conferenza annuale ad un tema strategico come quello delle ‘Donne 4.0’. La vera rivoluzione del futuro prossimo venturo'”.