Nasce la consociata Polska: investimento sociale a Cracovia

38

Pasquale Esposito (a destra) sul cantiere della Casa del Pellegrino a Cracovia con l’architetto italiano Pietro Punzo (al centro) e il suo collega
polacco incaricato di dirigere Nasce a Cracovia Ep Polska, ultima creatura della Ep Spa, conglomerata della famiglia Esposito – il fondatore Pasquale con i figli Giuseppe, Salvatore, Giovanna e il fratello Ciro – leader in Italia nella ristorazione collettiva con 90mila pasti serviti ogni giorno, 800 dipendenti e 60 milioni di fatturato. Obiettivo della società polacca è realizzare in tempi record la cosiddetta Casa del Pellegrino all’interno di un enorme complesso religioso che sta sorgendo alla periferia della città in memoria di Papa Giovanni Paolo II. Per il popolo che ha dato i natali al Santo Padre il Santuario riveste un’importanza primaria. E l’arcivescovo della Curia locale, Cardinale Stanislao Dziwisz, il più stretto collaboratore di Carol Wojtyla nei suoi anni di Pontificato a Roma, ha incoraggiato Ep a partecipare avendone apprezzato le capacità ai tempi del Giubileo. La Casa del Pellegrino, circa cento posti letto con bar e ristorante, dovrà essere completata entro la metà del 2016 per essere inaugurata in occasione della Giornata mondiale della Gioventù che si prevede condurrà a Cracovia oltre un milione di fedeli. Per assicurarsi che l’iniziativa proceda rapidamente e nel verso giusto proprio in questi giorni Pasquale Esposito è volato sul posto con alcuni collaboratori. L’edificio, previsto tra la grande Basilica e il Museo, dovrà rispondere ai migliori criteri di qualità ed efficienza per consentire di praticare prezzi convenienti a un pubblico frugale. L’operazione societaria è stata montata con l’assistenza dello studio legale AvvocatoGaeta e in particolare del titolare Piero che da anni segue la crescita dell’azienda all’interno e all’esterno dei confini nazionali. Con lo sbarco in Polonia Ep prosegue nella sua attività di espansione internazionale e di ricerca di nuovi business grazie all’intraprendenza di Giuseppe sotto la guida di Pasquale e con il sostegno di Salvatore in amministrazione, Giovanna nel commerciale e Ciro negli acquisti. Da meno di un anno l’azienda è presente con un suo ufficio a Dubai, scelta come punto di riferimento per la crescita in Oriente. Un primo importante riconoscimento è avvenuto con l’aggiudicazione di una gara per la fornitura di pasti nell’aeroporto di Erbil nel Kurdistan. La crescita all’estero e il consolidamento in casa non sono le uniche novità. Forte dell’esperienza maturata nel settore di elezione, la famiglia Esposito vorrà espandersi anche nel comparto commerciale dove potrà far valere i propri criteri di gestione industriale.