Nasce Sendora, piattaforma digitale di spedizioni ispirata alla sharing economy

336
In foto Biagio Mancini

Una piattaforma digitale che fa incontrare coloro che hanno l’esigenza di spedire oggetti con quanti devono mettersi in viaggio – con mezzi propri o pubblici – e cercano un modo per risparmiare. Si chiama Sendora e si ispira alla filosofia della sharing economy, “perché chi deve già fare un viaggio prende in carico la spedizione di un’altra persona, in cambio di un rimborso spese offerto da quest’ultima, ricevendo il pagamento all’avvenuta consegna del pacco”, spiega a IlDenaro.it il founder Biagio Mancini, che ha sviluppato l’idea frequentando la 012Academy, un programma di educazione all’imprenditoria della durata di sei mesi realizzato dal ‘centro di contaminazione’ 012Factory di Caserta. “Colui che effettua la spedizione può usufruire del servizio in maniera immediata: se nella community è disponibile qualcuno che sta per mettersi in viaggio, il pacco può partire subito”. Presentata tra le innovazioni campane all’ultima edizione di Smau Napoli, il 14 e il 15 dicembre, la piattaforma si rivolge sia ai privati che alle aziende; l’iscrizione su Sendora.it è gratuita per tutti ed entro i primi mesi del 2018 sarà disponibile anche la relativa applicazione per smartphone e tablet.

Sicurezza garantita dalla blockchain
Sendora è la prima piattaforma di spedizioni che utilizza la tecnologia blockchain per registrare i documenti di identità degli utenti in maniera univoca. “Stiamo investendo molto sulla sicurezza – aggiunge Mancini –. Nel momento in cui riceviamo le carte d’identità degli iscritti effettuiamo una verifica tramite alcuni algoritmi; la blockchain è lo strumento attraverso il quale possiamo garantire che quella verifica non venga più modificata e assicura l’unicità del documento”. Si tratta di un sistema che, da un lato, offre la certezza che il pacco arrivi a destinazione, e dall’altro scongiura il pericolo di ritrovarsi con merce illegale a bordo. “Stiamo attivando anche la tracciabilità per permettere a chi spedisce di conoscere la posizione del viaggiatore”. E ancora, a conclusione della spedizione è possibile lasciare un feedback di valutazione: “I feedback sulla nostra piattaforma sono reali al 100%, perché tutti gli utenti vengono profilati e la loro identità è verificata. Stiamo poi sviluppando un Coinbox, una nostra moneta per fare gli scambi e abbassare i costi di transizione”.