Natale, messaggio augurale di Sepe ai fedeli: Tutto cambia se accogliamo Cristo

41

“Certo, stando alla dimensione dell’attuale società liquida e malata, resistono le ingiustizie, le maldicenze, le violenze, le malattie, le illegalità, i soprusi, la mancanza di lavoro, le povertà, ma tutto diventa più sopportabile e tutto può cambiare se sappiamo raccogliere il messaggio di amore e di gioia che viene dalla grotta di Betlemme. Tutto cambia se scegliamo Cristo, perché con Lui cambia la nostra vita e con essa cambiano i rapporti interpersonali, prevalgono pace e giustizia, migliora il contesto sociale, si riducono le differenze”. E’ quanto scrive, nel messaggio augurale del Natale ai fedeli, l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe. Il cardinale invita i fedeli ad aprire “le porte a Cristo, il Figlio di Dio che si è fatto uomo, povero e pellegrino, è venuto a vivere tra noi, nascendo in una misera grotta, riscaldato soltanto dal calore di Maria e Giuseppe e dal respiro del bue e dell’asinello, due animali tra i più semplici e lavoratori. Povertà e umiltà si colgono in quella scena a dimensione assolutamente famigliare, che però delinea e declina l’immensità dell’amore misericordioso di Dio”.