Natale polare: neve a bassa quota e piogge battenti anche in Campania

138

Un’irruzione polare, con neve anche a bassa quota, caratterizzerà le imminenti festività natalizie. Il tempo cambierà radicalmente dal giorno di Natale e fino a Capodanno. Proprio da venerdì, infatti, un vortice ciclonico darà vita a un’intensa fase di maltempo che colpirà principalmente il Centro-Sud. Successivamente l’aria fredda dilagherà su gran parte d’Italia facendo crollare le temperature anche di 10-15 gradi rispetto a questi giorni. Il sito IlMeteo.it segnala che fino a giovedì le giornate saranno caratterizzate dalla presenza dell’anticiclone natalizio che non porterà il sole ovunque. Al Nord il cielo sarà spesso coperto e il clima uggioso con locali, ma diffuse nebbie in Pianura Padana. Si potranno verificare anche dei piovaschi sparsi, soprattutto nel giorno della Vigilia. Da Natale le cose muteranno. Sin dalle prime ore del giorno cominceranno a soffiare venti freddi di bora e poi di grecale. Il tempo peggiorerà velocemente. Piogge battenti accompagnate dal vento freddo colpiranno Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise e poi anche la Campania. Complice il calo delle temperature la neve tornerà a cadere a quote via via più basse e fino in collina su Toscana, Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo o a quote addirittura prossime alla pianura. Santo Stefano sarà una giornata molto fredda su tutta Italia con il maltempo che si concentrerà al Sud. Dopo una domenica 27 gelida su molte regioni, da lunedì 28 una perturbazione atlantica potrebbe far nevicare in pianura al Nord.