Nations League, Inghilterra-Italia a porte chiuse: ecco perché

17

(Adnkronos) – Inghilterra-Italia, in programma l’11 giugno al Molineux Stadium di Wolverhampton, si gioca (quasi) a porte chiuse. La sfida, per la terza giornata del Gruppo 3 di Nations League, va in scena senza pubblico. L’Inghilterra, infatti, deve scontare la sanzione comminata dalla Uefa alla Football Association per i disordini e gli incidenti avvenuti 12 mesi fa a Wembley, prima e dopo la finale di Euro 2020 vinta dall’Italia ai calci di rigore. 

“È imbarazzante per l’Inghilterra, come Paese, giocare le gare casalinghe a porte chiuse”, le parole del ct Gareth Southgate alla vigilia del match. Il Molineux, la casa dei Wolves, può contenere quasi 32.000 spettatori. Sugli spalti, al di là delle delegazioni delle due federazioni, saranno presenti solo 3.000 giovanissimi: allo stadio saranno ammessi pochi ragazzi di età inferiore ai 14 anni. “Chi ha causato gli incidenti lo scorso anno non è un tifoso di calcio”, dice Southgate, ricordando che i tifosi inglesi si sono “comportati benissimo” martedì a Monaco di Baviera, dove l’Inghilterra ha pareggiato 1-1 contro la Germania.