Nautica, apre oggi a Napoli il Salone Navigare: bene il mercato ma pochi attracchi

123
in foto Gennaro Amato, presid​en​te dell'A​nrc​ e Polo Italiano

Partita oggi la 35esima edizione del Salone nautico Navigare a Napoli, organizzato dall’Associazione Filiera Italiana della Nautica, presieduta da Gennaro Amato. L’evento, in corso fino al 3 aprile, ha accolto nelle acque del porticciolo di Posillipo alcune delle migliori realtà produttive dei cantieri italiani. “Il Salone Navigare – afferma Amato, presidente Afina – rappresenta la festa della primavera, quindi è beneaugurante anche per la stagione balneare e per la stagione nautica . L’Associazione, che raggruppa l’intera filiera della nautica, pero’, non puo’ rischiare, dopo i traguardi di sviluppo produttivo ed economico raggiunti in Italia, ed in particolare nella nostra regione leader del comparto produttivo tra i 5 e 15 metri, l’involuzione causata della mancanza tra domanda ed offerta di posti barca”. Un allarme che preoccupa gli operatori dell’intera filiera nautica, dalla produttività ai servizi ed accessori, che intravede gia’ le prime difficolta’ di vendita dei prodotti a causa della scarsa disponibilita’ di posti barca che sta rallentando il mercato. Le difficoltà, annunciate lo scorso anno da Amato, potrebbero gia’ trovare una veloce soluzione: “Abbiamo gia’ avuto in settimana – spiega – un incontro con il sindaco Gaetano Manfredi. Si e’ immaginata una marina nel cuore di Napoli che darà sfogo a circa un migliaio di posti barca e credo che questa azione partira’ quanto prima. Tra l’altro coniugherebbe anche gli interessi di tutela, voluti dalla Sovrintendenza, per la protezione del muro borbonico del lungomare di via Caracciolo. Questo metterebbe d’accordo gli interessi di tutte le parti e, conseguentemente, di tutta la citta’”. Sulla banchina del circolo Posillipo, tra una prova in mare ed una parola scambiata con gli espositori, e’ venuto anche il presidente della Camera di Commercio, Ciro Fiola, che ha dispensato rassicurazioni agli addetti ai lavori: “La nautica va – afferma – lo stiamo dicendo gia’ da qualche anno, perche’ e’ una industria naturale come quella del turismo, il mare, il sole, cose che tanti altri ci invidiano quindi non possiamo rimanere fermi. Stiamo lavorando, siamo sul pezzo e non indietreggiamo di un passo per la realizzazione di tre porti turistici a Napoli, per tutta una serie di ragioni: una, perche’ aiutera’ molto di piu’ la produzione della nautica, ma non dimentichiamo i posti di lavoro che un posto barca, diretto o indiretto, puo’ fruttare fino a 2-3 posti di lavoro”. Tra i visitatori, accorsi per provare in acqua le barche gia’ viste al Nauticsud, ma con ancora qualche necessita’ di verifica per definire l’acquisto, molti professionisti napoletani ed una folta partecipazione di ospiti della provincia, tutti giunti per ammirare i modelli piu’ trendy dell’anno. Il presidente della Banca di Credito Cooperativo di Napoli, Amedeo Manzo, anche partner della manifestazione Navigare, ha confermato la disponibilita’ del gruppo bancario al comparto: “Credo – afferma – che in una citta’ importante, la prima del Mezzogiorno, come Napoli, dove il mare esprime una grande forza, non solo paesaggistica, ma soprattutto economica e imprenditoriale, per una banca stare vicino a tutto il distretto della nautica sia un atto dovuto. Attraverso la disponibilita’ e la professionalita’ della nostra area Finanza Straordinaria, possiamo finalmente a Napoli vedere una nuova Marina che consenta, a chi acquista una imbarcazione, di poter, con serenita’ e a prezzi misurati, godere il nostro mare”.