Nel 2020 +7,5% dei lavoratori domestici: effetto involontario della pandemia

9

(Adnkronos/Labitalia) – Nel 2020 nell’impiego domestico sono stati coinvolti 921.000 lavoratori, in gran parte si tratta di donne (88%). Rispetto al 2019 si osserva una forte crescita (+7,5%, pari a circa 65.000 lavoratori) ascrivibile all’effetto (involontario) della pandemia che ha incentivato una sorta di regolarizzazione per giustificare gli spostamenti nella fase più severa del lockdown. E’ quanto emerge dal Rapporto annuale Inps.