Nessun candidato, in 7 comuni non si voterà

12

Roma, 18 mag. (AdnKronos) – Aaa sindaco e consiglieri cercasi. In sette Comuni, sugli oltre 700 chiamati al voto per le elezioni amministrative del 10 giugno, la macchina elettorale si ferma sul nascere: nessuno si è candidato e dunque la guida dei municipi spetterà a un commissario. In gran parte si tratta di municipi già commissariati, dove allo scadere dei termini, sabato scorso, nessuna lista è stata presentata.

E così non si voterà neppure quest’anno a San Luca, piccolo centro della Locride che diede i natali allo scrittore Corrado Alvaro. San Luca è salito spesso tristemente alla ribalta della cronaca per la faida tra clan della ‘ndrangheta calabrese.

Per il comune del reggino non è una novità: basti pensare che un sindaco fu eletto l’ultima volta nel 2008, poi nel 2013 l’amministrazione comunale di San Luca fu sciolta per infiltrazioni mafiose.

Non sarà una novità il commissario neppure per gli abitanti di Rodero (Como) e Magomadas (Oristano), comuni già commissariati per mancato raggiungimento del quorum all’ultima consultazione elettorale.

Ad Austis (Nuoro) l’ultima volta si è votato per le comunali otto anni fa, nel 2010. Poi, dal 2015, niente più. Nessuna lista si è presentata e, anche stavolta, il copione si è ripetuto.

Alla Sardegna va il ‘primato’ per comuni senza candidati. Succede anche ad Ortueri (Nuoro), già commissariato per dimissioni del sindaco. Nessuna lista si è fatta avanti neppure a Sarule (Nuoro) e a Putifigari (Sassari), unici comuni non commissariati tra i sette che non andranno al voto perché senza candidati.