Nestlé, Buitoni rilancia lo stabilimento di Benevento con oltre 50 milioni di euro: sarà un hub internazionale

803

Grazie a un piano di rilancio e sviluppo e a importanti investimenti per oltre 50 milioni di euro, con il contributo del ministero dello Sviluppo Economico, effettuato attraverso Invitalia, e di Regione Campania, Buitoni punta a fare del sito produttivo di Benevento un hub internazionale. A renderlo noto è la stessa società del gruppo Nestlé. “La nostra ambizione è quella di fare della fabbrica campana un’eccellenza in grado di portare all’estero nuovi prodotti e valorizzare sempre di più la qualità e il saper fare autenticamente italiano”, spiega Stefano Bolognese, business executive officer Buitoni Culinary Italia. Mentre Giuseppe esposito, responsabile ricerca e Sviluppo dello Stabilimento sottolinea che “ambasciatrice del progetto è la nuova Bella Napoli, sintesi perfetta di tradizione napoletana, dalla qualità delle materie alla lievitazione lenta, che si coniuga con processi di produzione e conservazione di altissima tecnologia che garantiscono tanto le caratteristiche organolettiche della pizza appena sfornata quanto la massima igiene e sicurezza”.Il progetto di industria 4.0 per il rinnovamento radicale della fabbrica riguarda tutte le aree e fasi: dalla progettazione ai macchinari all’innovazione di prodotto sulle quali ha lavorato un team internazionale di 20 persone, tra tecnici ed esperti. Comprende tre linee di ultima generazione, tre nuovi magazzini, un nuovo layout lineare per uno stabilimento – di estensione pari a più di 20 campi di calcio – in grado di restituire fino a 350 pizze al minuto. Dal territorio sannita, la pizza suegelata prodotta dagli impianti beneventani si appresta qundi a varcare i confini nazionali alla conquista in questa prima fase dell’Europa, dove è presente in 6 Paesi, e successivamente del resto del mondo.