New Ttt Lines, lavoratori in agitazione. Panico (Ugl): Serve una soluzione per 170 famiglie in difficoltà

189

Il segretario regionale della Ugl Campania Gaetano Panico ha fatto visita questa mattina ai lavoratori marittimi della provincia di Napoli che sono in stato di agitazione dal 20 aprile scorso. Gli addetti della società New Ttt Lines che operano sulla tratta Napoli Catania hanno infatti incrociato le braccia perché temono per i loro posti di lavoro: contratti a tempo indeterminato, divenuti improvvisamente a rischio dopo la cessione dell’intero pacchetto azionario alla società Grimaldi.

“Le nuova gestione non si presenta con le migliori credenziali – ha chiosato sarcasticamente Panico ai lavoratori in rivolta – Occorre avere doti particolari per creare tre problemi con una sola azione. Il primo problema riguarda i marittimi imbarcati ed i cosiddetti lavoratori di terra, il secondo riguarda i danni procurati alle società di servizi dell’indotto portuale ed il terzo riguarda l’utenza che resta inesorabilmente a terra con l’approssimarsi dei ponti di primavera”.
“Ci sono 170 famiglie che temono per la loro sussistenza – ha continuato il sindacalista – ho proposto la mappatura dell’organico per valutare eventuali ricollocamenti o scivolamenti su base volontaria, per tutti gli altri non può esserci altra misura che l’assorbimento”.