Niaf, ecco i nuovi leader
Giordano: Priorità alla scienza

30
Quattro

Quattro italiani d’America eccellenti, un poker di autorevoli discendenti del Belpaese che fanno la differenza negli States nel campo della finanza, della politica, della legge e del marketing sportivo scelti per far parte del Consiglio di Amministrazione della National Italian American Foundation (Niaf) per il periodo 2015-2019. I nuovi eletti sono Nicholas Caiazzo, socio della sede di New York della Wilson Elser Moskowitz Edelman & Dicker Llp; George Simeone, senior partner del Greater Tri-State audit practice of Deloitte; Charles Turano, vicepresidente esecutivo della National Hockey League Florida Panthers e direttore dell’Heritage Werks; e Michael Zarrelli, manager per Alticor a Washington.
La Niaf è particolarmente orgogliosa di aggiungere quattro italoamericani eccezionali al suo consiglio di amministrazione” spiega John Viola, presidente della Niaf. “Leadership come quelle che questi uomini mostrano nei loro rispettivi campi servono a rafforzare ulteriormente le competenze della nostra istituzione. Accogliamo con estremo favore la loro personalità, il loro acume per gli affari e il loro impegno per valorizzare la comunità italoamericana”. Tra i membri rieletti, Maria Bartimoro, editor a Fox Business, Joseph DePinto, presidente di 7-Eleven, Frank Giordano, presidente di Philly Pops e dell’Atlantic Trailer Leasing Corporation, e Antonio Giordano, presidente e fondatore della Sbarro Health Research Organization alla Temple University.
Sono particolarmente contento perché questa candidatura non l’avevo nemmeno sollecitata” spiega Antonio Giordano.
“Continuerà nel percorso intrapreso negli ultimi anni, focalizzando l’attenzione sulla comunità italiana della ricerca biomedica. Per questo ho istituito un riconoscimento alla memoria di mio padre, il premio Giovan Giacomo Giordano Niaf mirato a sostenere gli scienziati, anche non italiani, che si sono distinti con azioni di supporto alle comunità italiane negli Usa. Nei prossimi anni insisteremo con il programma di sostegno all’imprenditoria italiana di successo, il mercato Usa è molto sensibile ai nostri prodotti per la semplice ragione che è molto sensibile alla nostra storia. Un nuovo filone che attiveremo a breve riguarda, infine, la promozione della lingua italiana, strumento indispensabile per comprendere la nostra arte, un patrimonio unico al mondo”.
Il Consiglio di amministrazione della Niaf include inoltre alcuni dei dirigenti delle più importanti compagnie statunitensi, tra cui Anita Bevacqua McBride , dirigente in residenza presso l’American University School of Public Affairs e ex capo del personale di First Lady Laura Bush; John F. Calvelli, vice presidente esecutivo della divisione Affari Pubblici della Wildlife Conservation Society; Linda R. Carlozzi, partner della sede di New York della Jackson Lewis LLP; Joseph V. Del Raso, partner della Pepper Hamilton LLP; Hon. Louis J. Freeh, ex direttore dell’FBI; Marie L. Garibaldi, ex giudice della Corte Suprema del New Jersey ; Patricia de Stacy Harrison, presidente e Ceo della Corporation of Public Broadcasting; Gerard S. La Rocca, direttore amministrativo dell'”Americas at Barclays Capital”; Peter Pace, generale in pensione dei Marine; John F. Scarpa, co-fondatore dell’American Cellular Network Corporation.
Oltre a rinnovare il direttivo, per la prima volta la Niaf ha assegnato il “Mario Cuomo Award in Public Service” durante il suo Gala di Primavera al Cipriani sulla 42 esima strada di New York, mercoledì 8 aprile. Alla cerimonia ha preso parte il figlio dell’esponente di punto del Partito Democratico scomparso a gennaio, il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo. Il riconoscimento è andato alla District Attorney del Westchester County Janet DiFiore.