Niente campane dalle 22 alle 7: disturbano i turisti. La Curia cede. Il sindaco: Vadano altrove

22
in foto un campanile (Imagoeconomica)

Stop ai rintocchi delle campane dalle 22 alle 7 del mattino. E’ la decisione assunta dal parroco Don Pasquale Caso della chiesa madre “Natività di Maria Vergine” di Alberona (Foggia) che ha eseguito le disposizioni impartite del vescovo della diocesi di Lucera – Troia monsignor Giuseppe Giuliano, dopo l’esposto che avrebbe presentato una coppia di turisti che sta trascorrendo alcuni giorni di relax nel piccolo paese (inserito tra i borghi più belli d’Italia) dei Monti Dauni, nel Foggiano. “Ieri mattina – racconta all’Ansa il sindaco Leonardo De Matthaeis – ho appreso in piazza da alcuni miei concittadini di questa nuova disposizione. Ho contattato personalmente il parroco per cercare di capirne di più”. Stando infatti al racconto del primo cittadino le campane “disturberebbero nella notte una coppia di turisti, la stessa che si sarebbe rivolta a vescovo”. Ad Alberona le campane suonano ogni ora da oltre mille anni; questi rintocchi rappresenterebbero: “un patrimonio culturale straordinario in un paese come l’Italia dagli oltre mille campanili”. Pertanto il sindaco chiede che venga ripristinato quanto prima il “normale rintocco delle campane, anche nelle ore notturne”, altrimenti – commenta – “i turisti possono scegliere anche un’altra località di villeggiatura”.